Breno, la moglie rivela: “Sembrava posseduto”

Renata Borges, moglie del difensore brasiliano Breno, torna a parlare della sera di un anno fa quando il giocatore del Bayern diede fuoco alla sua casa in Baviera venendo in seguito condannato a 3 anni e nove mesi di reclusione. “Quella sera mio marito era molto ubriaco, aveva appena saputo di dover essere operato per la quarta volta al ginocchio ed era per questo molto triste. Non è un criminale, – ha spiegato la donna a Globesporte.comma quella sera sembrava posseduto dal demonio, non rispondeva alle mie richieste e domande e non mi dava retta”.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.