Finotto sbanca il “Romeo Neri”. Rimini – Monza termina 0-2

 

 

Forse ce lo si aspettava, nessuno, di certo, se lo augurava. Il Rimini entra in campo rimaneggiato, ne esce distrutto, sul piano del gioco, sul piano del risultato. Il Monza se ne va dal “Neri” con 3 punti, il Rimini con tanti fischi in più e qualche certezza in meno. 0-2 il risultato finale.

IL MONZA PIU’ FORTE DELLA NOIA – La partita è di quelle importanti, d’alto rango, tra nobili decadute, in cerca di rilancio, con ambizioni importanti.
E’sufficiente leggere la distinta per scorgere il nome di Andrea Gasbarroni, proprio lui, quel Gasbarroni più volte vicino alla nazionale, in passato, molto più lontano, quest’oggi, dall’imboccare quel viale del tramonto che inevitabilmente si avvicina.

Si inizia così a giocare, ti aspetti il Rimini a comandare il gioco, trovi il Monza ad impadronirsi del campo. Valagussa e Vita danno il via alle danze, il pallonetto di Gasbarroni, non di molto a lato, delizia i presenti ma non il proprio allenatore.

Servono 15 minuti per vedere il Rimini dalle parti di Castelli, ma l’occasione creata è di quelle ghiotte, con Morga ad inventare e Maio a sfiorare il vantaggio. A ruoli invertiti si sarebbe visto un gol, ma la realtà è un’altra e l’estremo ospite si salva con un miracolo.

Il caldo preme, i terzini di D’Angelo molto meno, mentre a dominare è la noia, con la partita che si trascina stancamente verso la pausa di metà gara senza sussulti.

Succede così, al 44′, come spesso accade in queste situazioni, che sia una distrazione a rendersi decisiva. La difesa biancorossa sale male, Rosini si trova così a rincorrere Gasbarroni che, accentrandosi, lascia partire un destro respinto corto e centralmente da Semprini. Finotto anticipa tutti e porta avanti il Monza col più facile dei gol. Il “Romeo Neri” è ammutolito. Rimini 0, Monza 1.

Zappatore decide che può bastare, mandando le squadre negli spogliatoi, e D’Angelo sembra non rammaricarsene troppo.

IL RIMINI IN 10, IL MONZA RADDOPPIA – Si riparte con gli stessi 22 della prima frazione di gioco. Il Rimini ha riordinato le idee, e si vede, il Monza, da par suo, si chiude e aspetta di colpire in contropiede.

Spighi riparte con tutt’altro piglio e semina il panico due volte in area brianzola con dei tiri-cross che non trovano però fortuna. Onescu e Vignati spaventano il portiere ospite e strappano qualche applauso, mentre Morga, con una rovesciata ben bloccata da Castelli, qualche copertina da parte dei fotografi.

Quel che serve è però altro. Lo sa il Rimini, dimostra di saperlo ancor meglio Castelli che, bloccando in presa un facile cross dalla trequarti di Marco Brighi, rilancia il contropiede brianzolo con un lungo ed immediato rinvio, lasciando lo stesso Brighi a rincorrere Finotto, lasciando poi il Rimini in 10 per l’espulsione del capitano biancorosso, reo del fallo da ultimo uomo che evita la rete del 2 a 0. E’ il 67′. Semprini ribatte la conclusione di Franchino sul seguente calcio di punizione, mentre per respingere gli attacchi del Monza ci vorrebbe ben altro.

Inizia così il valzer delle sostituzioni, interrotto dopo qualche minuto dall’espulsione di Luca D’Angelo, allenatore del Rimini, per proteste, mentre non si arrestano le improvvise morti apparenti e i rotolamenti vari in mezzo al campo da parte degli ospiti, in seguito a qualche fallo, o presunto tale.

Il Rimini cambia ma non punge, il Monza aspetta e lascia scorrere le lancette.
All’87‘, però, arriva il raddoppio degli uomini di Antonino Asta, con Vita che mette in mezzo dalla destra un rasoterra che Finotto trasforma in gol con un pregevole colpo di tacco sul palo opposto. 2-0 per il Monza e partita in archivio.

La conclusione di Morga e il colpo di testa di Vignati non bastano al Rimini per strappare qualche applauso.

Arriva il triplice fischio che regala al Monza la quota 0 in classifica (causa i 4 punti di penalizzazione), al Rimini la sensazione che peggio di così non potesse proprio andare.

Gli spettatori alzano così gli occhi al cielo. Non è la disperazione, stan passando le “Frecce Tricolore”.

 

RIMINI – MONZA 0-2

RIMINI: Semprini, A. Brighi, Baldazzi, Vignati, Rosini, Valeriani, Spighi (Zanigni), M. Brighi, Morga, Maio (Maita), Onescu. Allenatore: Luca D’Angelo.
A disp. (Scotti, Mandorlini, Barone, Signorini, Ciccarelli).

MONZA: Castelli, Franchino, Anghileri, Cattaneo, Grauso (Fronda), Polenghi, Valagussa, Calliari, Finotto (Laraia), Gasbarroni (Bi Zamble), Vita. Allenatore: Antonino Asta.
A disp. (Pazzagli, Desole, FRanchini, Chemali)

Arbitro: Zappatore di Marco di Taranto.
Marcatori: Finotto (M), 44′ e 87′.
Ammonizioni: A.Brighi, Baldazzi, Vignati, Onescu (R). Castelli, Franchino, Cattaneo, Bi Zamble (M).
Espulsioni: M.Brighi (R), 67′. D’Angelo (R), 72′.

 

Condividi
Nato a Rimini il 9 novembre 1986, studente di psicologia e consulente di web marketing. "Scoperto" recentemente dalla redazione di Mondopallone, è l'autore del "Pagellone" e collaboratore fisso di Goal.com.