U.S. Latina +3 nell’anticipo del venerdi

Dario Barraco

Seconda partita per il Latina, la prima in casa, in anticipo serale contro il Catanzaro, domenica scorsa corsara per 4-3 ai danni del Barletta. Prima della gara viene osservato in minuto di silenzio in memoria di Alessia Calvani, una ragazza quindicenne di Latina uccisa da un pirata della strada domenica scorsa. Presente una consistente rappresentanza di tifoseria catanzarese; arbitra il signor Maresca di Napoli, un habituè del Francioni.

LE FORMAZIONI Pecchia ha a disposizione Salvatore Burrai, assente a Pisa per squalifica e lo inserisce come perno di centrocampo assieme a Gerbo nel suo 4-2-3-1. Parte dalla panchina il brasiliano Luis Gabriel Sacilotto, altro grande colpo dei pontini, a disposizione del tecnico nero-azzurro dopo l’arrivo del transfert mercoledi sera. L’undici di Francesco “Ciccio” Cozza arriva a Latina con la formazione che ha vinto contro i pugliesi del Barletta confermando Fioretti come terminale offensivo e Carboni e Fioretti a suo sostegno in funzione rispettiva di rifinitore e incontrista.

PRIME BATTUTE Il Latina che vuole subito cancellare la figuraccia rimediata all’ “Arena Garbaldi – Anconetani” di Pisa per 3-1, cerca di scacciare fuori area i ripetuti attacchi iniziali dei calabresi, che guadagnano tre calci d’angolo nei primi venti minuti. Ma il Latina reagisce prima con una punizione di Gerbo al 15′ per la testa di Cottafava che schiaccia ma manda fuori. Poi Jefferson al 21′ si mette in mostra con una bella girata al volo che impegna seriamente Pisseri che manda in angolo. Due minuti dopo è Barraco a sfiorare il goal del vantaggio con un bel tiro-cross che quasi prende il palo prima di spegnersi sul fondo.

EQUILIBRIO TATTICO La partita sembra sostanzialmente equilibrata con occasioni da ambo le parti: il Catanzaro ha un sussulto alla mezz’ora con Ulloa che manda di poco fuori alla destra della porta difesa da Giacomo Bindi. Il Latina risponde con un altro tiro di Jefferson pochi istanti dopo e guadagna un altro calcio d’angolo.

FINE PRIMO TEMPO Al 41′ è Gerbo per il Latina a provare la botta dalla distanza che va fuori a fil di palo. L’arbitro Maresca concede un solo minuto di recupero dove c’è solo un tiro innocuo di Fiore per i calabresi.

LA RIPRESA E L’EUROGOAL DI BARRACO Proprio Fiore al 50′ viene espulso per doppia ammonizione per aver compiuto un fallo da ultimo uomo ai danni di Agodirin lanciato a rete. Cozza allora rileva Carboni e inserisce un altro incontrista: Alessio Benedetti. Entra invece per il Latina Sacilotto che rileva Burrai, in una fase in cui è il Latina a comandare il gioco senza però trovare il goal. Al 68′ c’è un corner per i padroni di casa battuto da Cejas, il quale non mette la palla al centro ma la fa sfilare all’indietro sulla tre-quarti dove c’è Dario Barraco che con una botta al volo da più di trenta metri segna un eurogoal stupendo con la palla sul palo di destra: niente da fare per Pisseri e secondo goal stagionale per l’attaccante neroazzurro.

IL FINALE Il Catanzaro anche se in inferiorità numerica tenta di alzare il baricentro offensivo, ma il Latina sembra fare buona guardia nonostante un rischio gratuito all’80 con un’uscita fuori dai pali di Bindi. Anche i locali rimangono in dieci a due minuti dal ’90 per l’espulsione di Gerbo per proteste. L’arbitro concede ben cinque minuti di recupero. Allo scoccare dell’ultimo minuto regolamentare c’è una mischia in area del Latina dove Bindi compie un autentico miracolo, allontanando da terra il pallone tra i piedi di compagni e avversari. Poi al 92′ D’Agostino sfiora il pareggio con un affondo al centro, ma il suo tiro si spegne sul fondo. Ma è l’ultima azione degna di nota e il Latina conquista i primi tre punti della stagione. Il prossimo impegno per i ragazzi di Pecchia sarà al “San Francesco” di Nocera Inferiore contro la Nocerina fresca di Serie B; mentre il Catanzaro ospiterà al “Nicola Ceravolo” le “streghe” del Benevento.

TOP E FLOP
TOP LATINA Barraco, Jefferson, Gerbo FLOP Giacomini
TOP CATANZARO Ulloa, Fioretti, Masini FLOP Fiore

LATINA – CATANZARO 1-0

LATINA (4-2-3-1) Bindi, Milani, Giacomini, Cejas, Cottafava, De Giosa, Gerbo, Barraco (Angelilli dall’ 81′), Jefferson (Montalto dal 58′), Burrai (Sacilotto dal 66′), Agodirin A disp.:Ioime, Bruscagin, Ricciardi, Sacilotto, Angelilli, Montalto, Tulli. All.: Pecchia
CATANZARO (4-3-2-1) Pisseri, Borghetti, Squillace, Quadri, Sirignano, Mariotti, Fiore, Ulloa, Fioretti (D’Agostino dal 66′), Masini (Cruz Pereira dal 59′), Carboni (Benedetti dal 50′) A disp. Faraon, Narducci, Papasidero, Maisto All.: Cozza
Arbitro: Maresca di Napoli
Marcatori: 69′ Barraco (L)
Note: Ammoniti: Milani (L), Jefferson (L), Burrai (L), Pisseri ( C), Ulloa ( C), De Giosa (L), Giacomini (L); Espulsi: Fiore (C) per doppia ammonizione e Gerbo (L) per proteste

Condividi
Nato ad Atripalda (AV), il 6 dicembre 1988. Pubblicista dal 2011; laurea magistrale in Informazione e Sistemi Editoriali; collabora con “Il Corriere Laziale” e con altre testate anche non sportive, radio e web-radio.