Stoke City: Hall condannato all’ergastolo

Andrew Hall, talentuoso centrocampista delle giovanili dello Stoke City, formazione della Premier League inglese, è stato condannato alla pena dell’ergastolo dal tribunale chiamato a giudicare il giovanissimo calciatore, reo confesso dell’omicidio della sua fidanzata Megan Leigh Peat.

Una sentenza esemplare, dunque, per il diciottenne calciatore, che proprio in questa stagione avrebbe dovuto firmare il suo primo vero contratto da protagonista con la maglia dei Potters; invece, in preda ad un raptus di gelosia, Hall ha ucciso quella che era la sua ragazza, infierendo su di lei con 60 coltellate.

Come si ricorderà, l’episodio è avvenuto lo scorso mese di giugno durante una festa alla quale erano stati invitati anche i due giovani. Tutto si sarebbe consumato nel giro di pochi attimi, quando il giocatore, afferrato un coltello, ha iniziato a colpire la ragazza al culmine di una furiosa lite, nata per motivi di gelosia. Hall è stato poi catturato dalle forze dell’ordine inglesi dopo che diversi testimoni lo avevano visto allontanarsi dal luogo del delitto sporco di sangue.

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.