I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Lorenzo Insigne

Il calciomercato è ormai chiuso, ma il nostro viaggio dedicato ai nuovi volti della Serie A 2012/2013 continua. Ventesima puntata dedicata a colui che a Napoli e nell’Italia intera è considerato come uno dei maggiori talenti del futuro del calcio nostrano, Lorenzo Insigne. Calciatore tecnico, rapido e abile nel dribbling, dopo tanta gavetta Lorenzo “Il Magnifico” è tornato finalmente alla casa madre, pronto a raccogliere l’eredità di quell’Ezequiel Lavezzi, idolo per cinque stagioni del “San Paolo”, volato verso altri lidi per cercar di vincere trofei importanti. Un giovane che ha tutto per far emergere le sue enormi potenzialità, un compito piacevolmente affascinante per mister Mazzarri, chiamato a far esplodere l’enorme potenziale di questo ragazzo.

Napoletano doc, dopo l’infanzia passata nella formazione dell’Olimpia Sant’Arpino, Insigne viene acquistato dal Napoli all’età di 15 anni. Inserito nella squadra Primavera, si mette da subito in mostra, segnando una quindicina di reti e mettendosi in luce al Torneo di Viareggio nella stagione 2009/2010. Aggregato alla prima squadra, fa il suo esordio in Serie A sotto la guida di mister Mazzarri. Dopo un’esperienza in prestito alla Cavese, l’anno successivo viene girato al Foggia di mister Zeman per fare esperienza. In Puglia il suo immenso talento comincia a sbocciare: autore di un campionato di Lega Pro da grande protagonista, il giovane Lorenzo scende in campo 33 volte, realizzando 19 reti, segnalandosi come una delle maggiori rivelazioni di quel campionato. Tornato a Napoli, viene nuovamente girato in prestito, stavolta in Serie B al Pescara, dove ritrova il suo mentore Zdenek Zeman; con gli schemi tattici dell’allenatore boemo Insigne si esalta, contribuendo in maniera determinante alla promozione in Serie A degli abruzzesi. Alla fine della stagione 2011/2012 saranno 18 le reti e 14 gli assist del folletto partenopeo, distribuiti in ben 37 gare disputate. Un biglietto da visita impressionante, che gli spalanca le porte del Napoli, dove da quest’anno è entrato a far parte della rosa azzurra a tutti gli effetti, schierato già titolare in diverse gare.

Insigne ha nella tecnica e nella rapidità dei movimenti le sue armi migliori. Dotato di un dribbling eccellente, può essere impiegato o come punta o come trequartista alle spalle di uno o più riferimenti avanzati. Tra le sue caratteristiche c’è quella di poter svariare sull’intero fronte avanzato, prediligendo partire dalla sinistra per poi accentrarsi,  ruolo in cui è esploso con Zeman prima nel Foggia e poi nel Pescara. Abile nel segnare e nel mandare in rete i suoi compagni, è una punta molto duttile e in grado di inventare calcio. Già nazionale Under21, è stato convocato dal CT Prandelli per il doppio impegno della selezione maggiore contro Bulgaria e Malta.

Ecco intanto alcune giocate di Lorenzo Insigne (Fonte You Tube)

Leggi anche
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Nigel De Jong
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Niklas Bendtner
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: M’Baye Niang
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Michael Ciani
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Alvaro Pereira
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Willians
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Parra
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Roncaglia
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paulo Dybala
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paul Pogba
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Borja Valero
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Ederson
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Matìas Fernandez
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Leandro Castàn
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Ciro Immobile
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Maicosuel
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dodò
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Mounir El Hamdaoui
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Bakaye Traorè
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dorlàn Pabon

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.