Formula 1, GP del Belgio: acuto di Button, Alonso ko dopo pochi metri

Jenson Button

Jenson Button su McLaren si aggiudica la cinquantasettesima edizione del GP del Belgio di Formula 1, dodicesimo appuntamento del mondiale 2012. L’inglese delle frecce d’argento trionfa alla fine di una corsa bellissima, condita da tanti sorpassi ed emozioni, con un incidente al via che ha messo ko diversi piloti, tra cui Alonso. Assieme al britannico salgono sul podio il campione del mondo Vettel, autore di una corsa stupenda, partito undicesimo e a un passo dalla vittoria, ed il finlandese della Lotus KimiRaikonen. Buonissimi punti anche per la Force India di Nico Hulkemberg, così come per la Toro Rosso, con Ricciardo e Vergne tra i primi dieci.

Gara che non ha tradito le attese, con moltissimi sorpassi e tanti colpi di scena, a partire dall’incidente iniziale che ha di fatto eliminato dalla corsa, dopo nemmeno 300 metri, il leader del mondiale Alonso e l’inglese della McLaren Hamilton, oltre a Perez e Grosjean. Proprio una manovra azzardata del francese della Lotus sarebbe stata all’origine della carambola che ha costretto al ritiro anticipato i piloti sopracitati. Vittoria mai in discussione per l’inglese, che ha condotto con autorità il gran premio; bene Massa, quinto, autore di un gran premio molto aggressivo, in cui il brasiliano ha recuperato un gran numero di posizioni. Da segnalare il fatto che a fine gara i commissari decideranno eventuali penalità nei confronti di Schumacher e Webber, autori di manovre in pista non consentite dal regolamento.

LA GARA

Pronti, via e Spa miete subito le sue “vittime“: Alonso, Hamilton, Grosjean e Perez vengono coinvolti in un incidente che li elimina prima ancora di giungere alla prima curva. Safety car in pista e quattro dei protagonisti più attesi già fuori dai giochi. Nel frattempo, le monoposto si accodano alla vettura di sicurezza, con Button che nel caos ha mantenuto la testa, seguito da Raikkonen e dalleForce India, mentre Kobayashi, partito secondo, è costretto ad accodarsi al gruppo dopo che la sua Sauber è stata danneggiata nell’incidente iniziale. Gara che riprende dal giro numero 5, con laMcLaren dell’ex campione del mondo che guadagna terreno sul resto del gruppo, mentreHulkemberg supera Raikkonen e si porta al secondo posto. Nel frattempo si ritira anche Maldonadocon la sua Williams, mentre nelle retrovie è super la rimonta di Schumacher, che, partito quindicesimo, si ritrova quarto. Ottima prima parte di gara anche per le due Red Bull, alla ricerca di posizioni importanti per guadagnare punti in ottica mondiale, visto anche il ritiro del leader del mondiale Alonso. Proprio il campione del mondo Vettel e lo stesso Schumacher sono tra i veri protagonisti, autori di diversi sorpassi spettacolari che hanno permesso loro di risalire posizioni, anche se devono ancora fermarsi per la loro prima sosta ai box.

metà gara e dopo che tutti i piloti hanno effettuato il primo pit stop, le posizioni dei primi sembrano essersi stabilite, con Button che guida la gara con un buon margine su Raikkonen, ottimo terzoHulkemberg, insidiato da Webber, mentre l’unica Ferrari ancora in pista, quella di Massa, è sesta. Spettacolo al giro 32, quando in un vero testa a testa tra ex campioni del mondo, Kimi Raikkonensupera la Mercedes di Schumacher; posizione subito ripresa dal tedesco, che sfrutta al meglio il DRSper artigliare il terzo posto, alle spalle di Button e Vettel, che dopo la seconda sosta di alcuni piloti si è ritrovato secondo. Duello che si ripropone dopo un paio di tornate, ma stavolta il finlandese ce la fa, scappando via, mentre il sette volte campione del mondo ora dovrà guardarsi le spalle da un terzetto di piloti che arrembano dietro di lui. Gara che a 4 giri dal termine sembra ormai decisa, col leader della corsa Button impegnato ad amministrare il largo vantaggio sui suoi inseguitori, facendo riposare le gomme. Bene Massa nel frattempo, che, quinto, tiene alle sue spalle Webber, levando puntiimportanti all’australiano in ottica mondiale, visto che Alonso non guadagnerà niente a causa del suo ritiro.

L’ordine d’arrivo (prime posizioni) del GP del Belgio 2012.

Ordine d’arrivo

Pilota

Scuderia

1 Button McLaren
2 Vettel Red Bull
3 Raikkonen Lotus
4 Hulkemberg Force India
5 Massa Ferrari
6 Webber Red Bull
7 Schumacher Mercedes
8 Vergne Toro Rosso
9 Ricciardo Toro Rosso
10 Di Resta Force India
11 Rosberg Mercedes
12 Senna Williams

Classifica piloti: Alonso 164, Vettel 140, Webber 132, Raikkonen 131, Hamilton 117, Button 101, Rosberg 77,  Grosjean 76,  Perez 47, Schumacher e Massa 35, Kobayashi 33…

Classifica costruttori: Red Bull 272, McLaren 218, Lotus 207, Ferrari 199,  Mercedes 112, Sauber 80, Force India 59, Williams 53, Toro Rosso 12.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.