Sei acquisti e 52 milioni di £ spesi… il Mancio però non è contento

Javi Garcia, Maicon, Wright, Scott Sinclair, Nastasic e il promettente Jack Rodwell. In totale sono 52 milioni di sterline spesi. Qualsiasi allenatore sarebbe contentissimo degli sforzi profusi dalla società ma non è così per Roberto Mancini, manager del Manchester City, che avrebbe forse preferito tutt’altro tipo di giocatori o quantomeno un paio di top player per rinforzare ulteriormente la sua macchina perfetta.

Il tecnico di Jesi non è soddisfatto in quanto non c’è un giocatore nella lista degli acquisti che il tecnico italiano aveva indicato alla società nel pre campionato, nel momento in cui manager e società si siedono a tavolino per programmare il futuro. Insomma, nemmeno uno tra Van Persie, Hazard, David Luiz, Javi Martinez o De Rossi e le operazioni perfezionate nelle ultime ore sono ovviamente considerate dei “rincalzi”. “Ero frustrato, in quanto è difficile fare tutto in una settimana o 10 giorni. Al termine della stagione, si ha un incontro con il club per parlare dei nuovi giocatori, ma a volte non è possibile prendere tutti i giocatori che si desidera – spiega Mancini – Si dovrebbe avere una scelta diversa. Ma ora abbiamo comprato questi giocatori e io sono felice“.

Chissà cosa ne penseranno allenatori come Allegri, Stramaccioni o Mazzarri che invece hanno dovuto rinunciare ai loro top player e non sono riusciti a puntellare, come volevano, la loro rosa per colpa della crisi?

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it