Juventus, Carrera: “Udinese ferita nell’orgoglio”

Intervenuto in conferenza stampa per parlare del match contro l’Udinese, Massimo Carrera, attuale sostituto di Antonio Conte nella panchina della Juventus, ha evidenziato la rabbia con cui il club di Guidolin si presterà ad affrontare i campioni d’Italia, dopo l’eliminazione dalla Champions: “Troveremo una squadra ferita nell’orgoglio – spiega Carrera alla vigilia della partita – e sono proprio queste le più pericolose. E poi arriva la Juve… sarà tutt’altro che facile. L’Udinese è una signora squadra e può metterci in difficoltà se non avremo la mentalità giusta”.

Partita speciale per Kwadwo Asamoah, ben affermatosi come ala, e gara in cui torneranno Buffon, Chiellini, Caceres e, inaspettatamente, rientrerà da subito Giovinco: “Ha dimostrato di poter ricoprire questo ruolo ed è un merito. Gli altri stanno bene e faranno parte della squadra. Giorgio si è allenato tutta la settimana con la squadra e valuteremo le sue condizioni nell’ultima seduta”.

Occhi puntati anche sullo scivolone Supercoppa del Chelsea di Di Matteo, prossimo avversario dei bianconeri in Champions League e detentore della coppa: “Ha mostrato qualche problema, ma ricordiamoci che ha vinto la coppa lo scorso anno. Sarà dura affrontarli e dovremo capire i punti deboli per metterli in difficoltà. Siamo contenti di essere di nuovo in Champions League e cercheremo di fare ciò che spetta alla Juve: andare più avanti possibile”.

Sul mercato questo il commento di Carrera: “E’ stato ottimo e la rosa è competitiva. Si sentono tanti complimenti, ma quelli bisogna lasciarli da parte. Si deve dimostrare sul campo di essere la Juve, umile e affamata. Sappiamo che dobbiamo lavorare per crescere ancora e rispondere alle aspettative altrui”.

Ultimo arrivato Nicklas Bendtner, ottimo elemento secondo l’assistente di Conte, dopo la telenovela Berbatov: “Un giocatore d’area, buono tecnicamente, una valida alternativa. Il suo sarà un inserimento graduale – continua il tecnico – sono dieci giorni che non si allena e dovrà fare dei test, ma essendo squalificato in Nazionale avrà tempo per trovare la condizione. Poi, come sempre, sarà il campo a decidere chi giocherà. Sappiamo quello che ci può dare. C’è stata questa opportunità e l’abbiamo colta. Berbatov? E’ la prima volta che mi capita di vedere una cosa del genere. Meglio che non sia venuto, non sarebbe stato un giocatore affidabile”.

Di seguito la lista dei giocatori convocati da Antonio Conte:

PORTIERI: Buffon, Storari, Branescu;

DIFENSORI: Chiellini, Caceres, De Ceglie, Barzagli, Bonucci, Lichtsteiner;

CENTROCAMPISTI: Pogba, Marchisio, Pirlo, Asamoah, Vidal, Giaccherini, Marrone;

ATTACCANTI: Vucinic, Giovinco, Quagliarella, Matri.

 

Condividi
Nato a Corleone l'1 luglio 1995, appassionato di calcio, ha già collaborato con Mondopallone ai tempi del vecchio sito. Collabora inoltre con tuttochampions.it dopo aver scritto anche per sportsbook24.net.