L’Atletico Madrid vince nel segno di Falcao, battuto il Chelsea 4-1

Serata delle grandi occasioni al “Louis II” di Montecarlo. In palio la Supercoppa Europea tra Chelsea (vincitore della passata edizione della Champions League) e l’Atletico Madrid (che alzò al cielo l’Europa League). Il Chelsea dovrà rinunciare allo squalificato Terry, ma potrà contare su un Hazard in grande spolvero nelle prime uscite in maglia Blues. Simeone farà affidamento sul suo bomber Falcao, grande protagonista del trionfo Colchoneros. La partita sarà molto combattuta con entrambe le squadre che vorranno aggiudicarsi il trofeo che manca nella bacheca del Chelsea dal 1998, l’Atletico invece lo portò a casa nel 2010 contro l’Inter.

DOMINIO FALCAO: Simeone alla vigilia del match disse: “Sono i favoriti, ma in gara secca non sempre vince il più forte”. Un chiaro segnale di non temere i rivali e voler vincere. Segnale arrivato chiaro e forte ai suoi ragazzi che dopo tre minuti di gioco si rendono pericolosi con Falcao che arriva in scivolata su un pallone messo in mezzo da Adrian e colpisce la traversa. Passano altri tre minuti ed ancora Falcao prova a sbloccare il risultato, questa volta con successo; colpo sotto che beffa Cech e palla che sbatte sul palo e carambola in rete. Atletico in vantaggio. Il Chelsea non sta certo a guardare e mette in moto la sua macchina offensiva con Hazard che ci prova dalla distanza ma con imprecisione. Le due squadre si affrontano a viso aperto ma è l’Atletico a fare la partita ed al 18′ raddoppia. Falcao con un ottimo movimento evita di finire in fuorigioco e riceve palla al limite dell’area, si ferma, prende la mira e con un sinistro chirurgico mette la palla sotto la traversa per il 2 a 0. Grande giocata del Tigre che entra di diritto fra i migliori centravanti del panorama mondiale. La squadra londinese accusa il colpo ed è quasi incapace di reagire, complice anche un Torres che non riesce a farsi vedere dai compagni. Al 35′ Arda Turan (partito in posizione irregolare non segnalata) mette in mezzo dove Adrian sbaglia clamorosamente il Tap-in ciccando il pallone che si impenna, su di esso si avventa Falcao che di testa colpisce il palo. Altro pericolo per il Chelsea che non riesce a portare pericoli concreti contro la retroguardia dei Colchoneros; e quando vi riesce si scopre troppo e subisce il contropiede. Come al 44′ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo gli uomini di Di Matteo non concrettizano e l’Atletico può ripartire con Arda Turan che percorre palla al piede tutto il campo e dal limite dell’area avversaria serve Falcao, controllo e tiro del colombiano che mette dentro il 3 a 0. Si chiude così il primo tempo con un Falcao in grande spolvero e Simeone che sente già il treofeo tra le mani.

CONTROLLO DEL RISULTATO: Comincia la ripresa con il Chelsea che provvede immediatamente a risistemare le cose in mezzo al campo. Fuori uno spento Ramires dentro Oscar. Inizialmente le cose sembrano girare a favore dei Blues con Torres che al 50′ prova un diagonale di destro, ma il tiro del numero 9 londinese non è preciso e termina sul fondo. Una piccola parentesi però, poiché l’Atletico riprende le misure agli avversari e chiude ogni spazio rendendo gli attacchi del Chelsea inconcludenti. Al 61′ la squadra di Di Matteo capitola per l’ennesima volta ed i tifosi Colchoneros possono gioire per il gol di Miranda che nel mezzo dell’area di rigore avversaria mette dentro il 4 a 0 con un colpo sotto. L’unico a reagire per il Chelsea è Oscar che al 67′ ci prova dalla distanza con un tiro che lambisce il palo alla sinistra di Courtois. Due minuti più tardi è nuovamente l’Atletico ad andare vicino al gol con Koke che direttamente da punizione mette i brividi a Cech, ma il portiere ceco vede la palla all’ultimo momento e devia in angolo. Sul finire di gara arriva finalmente il gol del Chelsea; gol inutile se non per l’orgoglio. Siamo al minuto 74′, calcio d’angolo di Mata, la palla dopo una serie di rimpalli arriva sui piedi di Cahill che di potenza butta dentro il gol della bandiera. Non succede più nulla fino al fischio finale, quando i giocatori dell’Atletico possono festeggiare la meritata vittoria.

TRIPLICE FISCHIO: Prestazione davvero opaca per il Chelsea di Di Matteo, incapace di creare gioco per quasi tutta la durata della gara. Atletico Madrid, al contrario, sublime e impeccabile. Trascinato dal suo bomber Falcao indubbiamente il migliore in campo.

TOP CHELSEA: Hazard, Oscar. FLOP CHELSEA: Torres, Ramires.
TOP ATLETICO: Falcao, Koke, Arda Turan. FLOP ATLETICO: Gabi.

CHELSEA-ATLETICO MADRID 1-4
Chelsea (4-2-3-1): Cech; Ivanovic, Cahill, David Luiz, Cole (90′ Bertrand); Ramires (46′ Oscar), Mikel; Mata (82′ Sturridge), Lampard, Hazard, Torres. A disp: Turnbull, Raul Meireles, Moses, Romeu. All: Di Matteo.
Atletico Madrid (4-2-3-1): Courtois; Juanfran, Miranda, Godin, Filipe Luis; Suarez, Gabi; Koke (81′ Raul Garcia), Arda Turan, Adrian (56′ Rodriguez); Falcao (88′ Belozoglu). A disp: Silvio, Diego Costa, Cata Diaz, Asenjo. All: Simeone.
Arbitro: Skomina.
Marcatori: 6′, 18′, 44′ Falcao, 61′ Miranda, 74′ Cahill.
Note: Ammoniti Ivanovic (C).

Condividi
Nato a Catanzaro il 10 dicembre 1987, vive a Roma dove studia Scienze della comunicazione. Appassionato di football americano e calcio, ha collaborato ai programmi radiofonici "E il pallone lo porto io" e "Snap Magazine".