I nuovi volti della Serie A 2012/2013: M’Baye Niang

Col calciomercato in pieno fermento, cominciamo a conoscere i nuovi volti della Serie A 2012/2013. Diciassettesima puntata dedicata al nuovo gioiellino del Milan, M’Baye Niang, francesino nemmeno maggiorenne che promette di essere, in prospettiva, un vero e proprio capolavoro di mercato in stile Kakà, Thiago Silva o Pato, per intenderci. L’attaccante è considerato come uno dei maggiori talenti del calcio europeo, paragonato ora a Thierry Henry ora a Mario Balotelli; tuttavia, come ci ha tenuto a sottolineare lui stesso “Niang è Niang“. Parole chiare per un tipetto che sembra già sapere il fatto suo; vedremo se mister Allegri deciderà di puntare da subito su questo ragazzo di belle speranze. Noi, intanto, cerchiamo di conoscerlo meglio.

Il giovane Niang, origini senegalesi, ma francese a tutti gli effetti, inizia la sua carriera calcistica nel Basse-Seine Les Mureaux, ma ben presto si trasferisce alla formazione dilettantistica del Poissy. Le buone prestazioni dell’attaccante attirano su di sé le attenzioni di diverse squadre professionistiche, ma alla fine è il Caen ad ingaggiare la giovanissima promessa. con la maglia rossoblu viene inserito prima nella squadra Under 19, quindi nel Caen 2, formazione che milita nella quarta divisione francese. E’ qui che inizia la sua vera avventura da calciatore: nel 2010/2011 gioca 22 partite, mettendo a segno 5 gol che gli valgono la chiamata in prima squadra. L’anno successivo fa il suo esordio in Ligue1, dove giocherà complessivamente 30 gare in due stagioni, segnando 5 reti. Sarà tra i protagonisti della salvezza della sua compagine nel 2011, ma nulla potrà l’anno successivo, quando retrocederà assieme ai suoi compagni in Ligue 2. Intanto, le sue giocate lo fanno conoscere anche a livello internazionale, scatenando una vera e propria asta per accaparrarsi il suo cartellino. Alla fine la spunta il Milan che lo acquista per una cifra vicina ai 3 milioni di euro.

Niang è un attaccante moderno, capace di giocare sia da prima che da seconda punta. Giocatore forte fisicamente, è dotato di grandi doti atletiche abbinate ad una tecnica sopraffina che lo rendono un terminale d’attacco davvero efficace. Come si diceva, proprio a causa di queste sue caratteristiche, in molti lo paragonano ad un suo illustre connazionale, quel Thierry Henry che ha scritto pagine indelebili del passato recente dell’Arsenal. Nello scacchiere tattico del Milan potrà giocare affianco ad una punta centrale, magari Pazzini o Pato, svariando sul fronte d’attacco; oppure agire egli stesso da attaccante di riferimento. Già nazionale francese Under 21, ha giocato due gare con la selezione minore transalpina, mettendo a segno una rete.

Ecco intanto alcune giocate di Niang (Fonte You Tube)

Leggi anche
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Michael Ciani
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Alvaro Pereira
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Willians
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Parra
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Roncaglia
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paulo Dybala
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paul Pogba
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Borja Valero
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Ederson
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Matìas Fernandez
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Leandro Castàn
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Ciro Immobile
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Maicosuel
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dodò
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Mounir El Hamdaoui
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Bakaye Traorè
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dorlàn Pabon

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.