Litiga col vicino che gli spara: gravissimo il CT del Kuwait

Goran Tufegdzic

Ha dell’incredibile quanto capitato nelle scorse ore a Pozarevac, città della Serbia dove il commissario tecnico della nazionale di calcio del Kuwait, Goran Tufegdzic lotta tra la vita e la morte dopo che un suo vicino di casa gli ha sparato al termine di una lite nata per futili motivi. L’uomo, ora chiuso in carcere con l’accusa di tentato omicidio, avrebbe aperto il fuoco contro Tufegdzic al culmine di un litigio scoppiato tra lo stesso allenatore e altre persone.

Oggetto della contesa un appezzamento di terra sul quale, evidentemente, entrambe le parti reclamavano i propri diritti. L’attentatore, 86 anni, sarebbe intervenuto nella disputa in un secondo momento, estraendo l’arma e colpendo il tecnico quarantunenne. Ricoverato in ospedale, Tufegdzic versa in gravissime condizioni.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.