Il Kuban affonda il Volga

Il posticipo di Russian Premier League ha regalato tante emozioni e tanti gol, in un match mai in bilico ma divertente e spumeggiante. Alla fine è il Kuban a vincere sul Volga per 6-2, costringendo gli ospiti ad incassare la quinta sconfitta consecutiva.

L’inizio è da urlo: passano tredici secondi è Tsoraev porta già in vantaggio i suoi con un bel tiro dai nove metri. Il Volga accusa il colpo, e l’assenza di risultati si fa sentire nell’animo e nelle gambe degli uomini di Gadziev. Al 15′ ecco il 2-0: magistrale colpo di tacco di Kulik che mette Pizzelli davanti alla porta; per il giocatore armeno di origini brasiliane è un gioco da ragazzi depositare il pallone in rete. Al 45′ arriva il primo gol per Baldè: ci aveva provato più volte durante il primo tempo, ma questa è la volta buona; scatta sulla linea del fuorigioco, lascia secchi gli spaesati difensori del Volga e chiude di fatto la partita.

La ripresa è destinata a regalare ancora più emozioni, poichè la posta in palio è già assegnata e le due squadre giocano con la mente libera. Il 4-0 è un altro gol pregevole, figlio della mano sapiente di Yuri Krasnozhan. Arrivato con la sconfitta di Vladikavkaz, l’allenatore ex Lokomotiv ha già impartito le proprie idee e i propri dettami ai suoi giocatori, e in campo questo si è visto.  C’è gioia anche per il Volga, che segna il gol bandiera grazie a un generoso rigore trasformato da Asildarov con un cucchiaio che si stampa sulla parte inferiore della traversa prima di finire in rete. Abaev però deve cadere ancora due volte, al 69′ e al 76′, quando uno sciagurato intervento di Kharitonov mette Niculae in posizione di tiro. Nel finale il gol di Sapogov fissa il 6-2 finale, ma non toglie affatto il Volga dalla crisi. Gadzhiev rischia?

Gadzhiev (all.Volga): “Oggi il Volga ha preso una bella lezione. Credo che questa partita ci aiuterà nel proseguio del torneo.”

Piccola curiosità, il turno appena terminato è stato quello con più gol nella storia del campionato russo. 36 reti, in 8 gare. Media di 4,5 reti a partita.

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it