Siena e Torino non si fanno male, al Franchi finisce 0-0

Finisce pari, nell’esordio stagionale all’Artemio Franchi. Un Siena parso rinunciatario, soprattutto nel primo tempo, lascia l’iniziativa in mano ai granata, rendendosi pericoloso solo su punizione con D’Agostino, che colpisce la traversa. Il Toro tiene palla, ma non punge e soffre oltremodo a sinistra dove Masiello è parso in difficoltà: nota positiva è l’aver tolto il segno meno dal punteggio in classifica. Per la squadra di Cosmi, invece, restano cinque punti di penalizzazione da recuperare.

FORMAZIONI – Per la prima sfida della stagione, Serse Cosmi schiera i senesi con il suo 3-5-2, con gli ultimi acquisti Felipe e Neto al centro della difesa. Del Grosso vince il ballottaggio con l’ex granata Rubin per la fascia sinistra; i due davanti sono Calaiò e Bogdani. Ventura, alla sua millesima panchina, opta per il 4-3-3, buttando dentro Vives al posto di un esterno, per dare maggiore copertura al centrocampo. In difesa al fianco di Ogbonna c’è Glik, mentre davanti spazio al trio Stevanovic-Meggiorini-Bianchi.

TORO IN PALLA, SIENA SORNIONE – L’avvio è di marca granata, con la squadra di Ventura che bada a tenere il possesso palla cercando spazi davanti, ma un Siena tutto schierato nella propria metà campo chiude bene ogni spiraglio. In mezzo i granata pressano bene i portatori di palla della formazione di Cosmi, che dal canto loro cercano spesso la verticalizzazione, senza riuscire a sorprendere Ogbonna e compagni. Bene Mannini, che complice un Masiello un po’ in ombra, a destra riesce a mettere un paio di palloni interessanti, ben intercettati dalla difesa ospite. Sul finire del tempo Pegolo tocca il suo primo pallone con la punta delle dita, quel tanto che basta per mandare in angolo un rasoterra velenoso di Bianchi. Nient’altro prima del fischio di Giacomelli, che manda tutti negli spogliatoi sullo 0-0.

POCO SPETTACOLO, UN PUNTO A TESTA – Il tecnico perugino è evidentemente insoddisfatto dei suoi e alla ripresa del gioco cambia qualcosa: fuori Bogdani, dentro Valiani, che va a sistemarsi alle spalle di Calaiò. Il Siena sembra voler avanzare il proprio baricentro, anche se per poco Bianchi di testa non trova la porta. Entrano Santana per Stevanovic e Sestu per Verre, col Siena che accentua ulteriormente la pressione sulla destra. E la mossa mette effettivamente in difficoltà i Ventura boys, che da quella parte faticano ad arginare le incursioni di Mannini, Sestu e Valiani. D’Agostino colpisce la traversa su punizione, Meggiorini risponde di testa, ma manda fuori. I granata continuano a mantenere il pallino del gioco ma riescono solo a produrre un tiro di Meggiorini che esce di poco a lato: è l’ultimo brivido di una partita combattuta, ma non bella, che finisce dopo sei minuti di recupero.

L’importante era muovere la classifica: un punto per il Siena, che per annullare la penalizzazione in fretta dovrà fare qualcosa in più di quanto fatto oggi, e un punto per il Toro, che torna a quota zero e comincerà dalla gara col Pescara il campionato del suo ritorno in serie A.

TOP SIENA: Mannini, D’Agostino, Calaiò. FLOP: Bogdani.
TOP TORINO: Glik, Ogbonna, Darmian. FLOP: Masiello.

SIENA-TORINO 0-0

Siena (3-5-2): Pegolo, Contini, Felipe (86′ Paci), Neto, Mannini, D’Agostino, Vergassola, Verre (58′ Sestu), Del Grosso, Calaiò, Bogdani (46′ Valiani). A disp.: Farelli, Dellafiore, Neto, Rubin, Coppola, Giannetti, Paolucci. All.: Serse Cosmi.
Torino (4-3-3): Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello (90’+3′ D’Ambrosio); Vives (76′ Basha), Gazzi, Brighi; Stevanovic (55′ Santana), Bianchi, Meggiorini. A disp.: Gomis L., Rodriguez, Di Cesare, D’Ambrosio, Verdi, Sansone, Sgrigna. All.: Giampiero Ventura.
Arbitro: Giacomelli.
Note: Ammonito Masiello (T)

Condividi
Appassionato di calcio in genere, ha collaborato con alcune testate locali che si occupano di calcio giovanile ed è uno dei "vecchietti" reduci del primo MP. Vive a Torino ed è papà di due splendide bimbe. Email: spanetta@mondosportivo.it