Allegri: “Cassano? Brutto andare via e poi parlare”

Nella consueta conferenza stampa di presentazione alla gara di domani contro la Sampdoria, Massimiliano Allegri risponde alle parole forti di Antonio Cassano: “E’ stato importante, con i suoi assist e i suoi gol, fino a quando non ha avuto il suo problema al cuore. Il Milan lo ha aiutato, lo ha rigenerato e grazie al Milan è andato agli Europei. Ora è dell’Inter e sono contento di averlo allenato; con me ha giocato abbastanza e spesso. Poi tutte le chiacchiere non servono a niente. Ha fatto una scelta ed è stato accontentato. Se ha detto certe cose forse si sentiva in diritto di dirle. Ma ci vuole rispetto. Parlare dopo non serve a niente. Sono parole che non sanno di nulla. Meglio pensare alla Samp. E’ arrivato un giocatore importante come Pazzini, la punta che ci serviva: la vita è piena di divorzi; si sa”.

Sulle voci delle possibili dimissioni, Allegri chiarisce: “L’idea di dare le dimissioni non mi è mai passata per l’anticamera del cervello. Non ci sono assolutamente i motivi: ho la fiducia della società e io ho fiducia nella squadra. La sintonia con la società è ottima; con Galliani ho un buon rapporto. C’è scambio di idee su tutti i giocatori. Sono state fatte scelte giuste in un momento in cui andavano prese certe decisioni. Abbiamo costruito una squadra con caratteristiche diverse rispetto al passato, ma che può togliersi grosse soddisfazioni”.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it