I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Alvaro Pereira

Col calciomercato in pieno fermento, cominciamo a conoscere i nuovi volti della Serie A 2012/2013. Quindicesima puntata dedicata al nuovo terzino dell’Inter, l’uruguayano Alvaro Pereira. Calciatore eclettico, il ventisettenne difensore di Montevideo è uno degli ultimi acquisti della formazione guidata da Andrea Stramaccioni, che con gli arrivi di gente del calibro di Gargano e Cassano, punta decisamente al riscatto, dopo una stagione, quella passata, da dimenticare. Pereira sbarca a Milano e nella nostra Serie A dopo un corteggiamento durato un paio di settimane, alla fine del quale il Porto ha lasciato partire il sudamericano per una cifra importante, tra i 10 ed i 15 milioni di euro. “Sono felice. È semplicemente incredibile l’idea di poter giocare nell’Inter. Non vedo l’ora di fare le visite mediche e di unirmi al gruppo“, le sue prime parole da nerazzurro.

Alvaro Pereira inizia la sua avventura professionistica nel mondo del calcio nel suo Paese, l’Uruguay, nel quale gioca con la maglia bianconera del Miramar, formazione della sua città natale Montevideo. Le buone prestazioni attirano su di sé gli interessi di alcune squadre sudamericane, così nel 2005 emigra nella vicina Argentina, dove indosserà prima la casacca del Quilmes, poi quella più prestigiosa dell’Argentinos Juniors, nelle cui fila giocherà una sola stagione, scendendo in campo 35 volte e realizzando 11 reti. Mica male per uno che di professione fa il terzino sinistro; le ottime prestazioni con i Bichos Colorados gli valgono l’approdo nel calcio del Vecchio Continente: la sua prima esperienza europea è con i romeni del CFR Cluj, ma il salto di qualità lo fa nel 2009, anno in cui sbarca al Porto. Coi Dragoes Pereira vince e convince, alzando al cielo diversi trofei, tra cui due campionati portoghesi ed un’Europa League, segnalandosi sempre tra i migliori. Questo fino alla sua avventura in maglia interista.

Il calciatore uruguayano è un terzino mancino di forte spinta, dotato di un’ottima corsa, ma che all’occorrenza può giocare anche da difensore centrale. E’ dotato di un’ottima fisicità, che gli consente di avere una buona propulsione offensiva sulla fascia; inoltre, non disdegna sortite in zona gol, come dimostrano le sue 11 reti con la maglia dell’Argentinos Juniors. Stramaccioni ha pescato un interessante jolly, capace sia di offendere che di difendere. Il giovane tecnico romano potrebbe utilizzarlo anche sulla linea del centrocampo o da esterno d’attacco, un po’ come agisce Lulic nella Lazio. Tra l’altro, Pereira è campione in carica del Sud America, avendo vinto con l’Uruguay l’ultima Copa America, disputatasi nel 2011.

http://www.youtube.com/watch?v=ziox34g8H6Y

Leggi anche
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Willians
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Parra
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Facundo Roncaglia
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paulo Dybala
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Paul Pogba
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Borja Valero
I nuovi volti della Serie A 2012/2013: Ederson
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Matìas Fernandez
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Leandro Castàn
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Ciro Immobile
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Maicosuel
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dodò
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Mounir El Hamdaoui
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Bakaye Traorè
I nuovi volti della Seria A 2012/2013: Dorlàn Pabon

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.