La serie A che torna… la Sampdoria

Di nuovo tra i grandi dopo un anno di purgatorio. La famiglia Garrone festeggia il decennale alla presidenza della Samp con un gradito ritorno alle tradizioni. I blucerchiati devono stare nella massima categoria: è la storia a pretenderlo. Per rinforzare i sogni di gloria, il ds Pasquale Sensibile ha regalato ai tifosi tre colpi importanti come De Silvestri, Maxi Lopez ed Estigarribia. Sulla panchina siede Ciro Ferrara, voglioso di rivincita dopo la sfortunata avventura di club con la Juventus.

LA DIFESA – voto 6: Un reparto che aspetta ancora le evoluzioni del mercato. L’arrivo di De Silvestri è molto importante, così come la conferma di Gastaldello rappresenta un segnale di solidità. Davanti a Romero, atteso alla conferma dopo un buon campionato di serie B, mancano un centrale e un terzino sinistro. Costa si sta disimpegnando alla grande nel precampionato ma ha poco esperienza in quel ruolo. Sulla corsia mancina c’è Castellini, la cui carta d’identità non fa sorridere.

CENTROCAMPO – voto 6: Il vero colpo è la conferma di Poli, bisognoso di una grande stagione per passare alla Juventus da protagonista. Obiang e Krsticic hanno ben impressionato nella scorsa stagione ma si affacciano al massimo campionato per la prima volta. Munari è in partenza. Un altro innesto sembra necessario, soprattutto in virtù della difficile posizione in cui si trova Palombo. L’ex capitano non rientra più nel progetto.

ATTACCO – voto 7: Maxi Lopez ed Estigarribia sono un concentrato di qualità ed esperienza. Assieme a loro ci si aspetta l’esplosione di Eder, mai in regola con i suoi standard nelle avventure in serie A. Se questo trio girasse al meglio, le difese avversarie dovranno entrare a Marassi con la massima cautela. Ottima l’alternativa Pozzi, da valutare il giovane Icardi.

LA STELLA

 


 

 

 

Maxi Lopez: Inevitabilmente. L’argentino arriva a Marassi con la fama dell’uomo che deve far sognare i tifosi, possibilmente realizzando gol a grappoli. Dopo la sfortunata parentesi nel Milan, non tanto per il rendimento quanto per l’epilogo, Maxi è chiamato a un’importante dimostrazione di forza. Il calore di una piazza calda come quella genovese potrà aiutarlo.

L’ALLENATORE

 

 

 

 

 

Ciro Ferrara: L’esperienza nell’Under 21 è stata per lui una manna caduta dal cielo. Il guascone Ciro ha capito, ma soprattutto ha fatto capire, di essere un bravo allenatore. Nella Juventus era capitato in un periodo nero per la società in primis e senza l’apprendistato necessario. Adesso la Sampdoria potrà giovarsi della sua personalità e di un entusiasmo dilagante.

PROBABILE FORMAZIONE

VOTO SQUADRA: 6+ Se gli attaccanti daranno il meglio di se stessi, questa è una squadra che può fare male. Soprattutto tra le mura amiche. Ma da qui al 31 agosto sarà necessario effettuare un paio di colpi tra difesa e centrocampo: serve maggiore qualità e la panchina va allungata.

 

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.