Zaccheroni: “La Serie A è ai livelli di competitività bassissimi”

Alberto Zaccheroni ha rilasciato un’intervista a Il Mattino dove ha commentato l’imminente inizio della Serie A: “Il campionato è ai livelli di competitività bassissimi. In momenti del genere, quando mancano le risorse, contano le idee. E quindi spuntano le sorprese. La Roma di Zeman ha lavorato bene, le milanesi rischiano di restare nelle retrovie. Sarà una classifica corta. E con una sorpresa al traguardo di maggio. Se la sorpresa può essere rappresentata dal Napoli? Una squadra che lo scudetto l’avrebbe potuto già vincere lo scorso anno. E che se non vi è riuscita è stato solo per la cavalcata in Champions che ha prosciugato il 70 per cento delle energie mentali. E’ andato via Lavezzi ma c’è Pandev che è scatenato. Senza dimenticare Insigne: conosce l’aria di Napoli, che è quella di casa sua, ma attenzione a non caricarlo troppo di responsabilità”.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it