La Serie A che torna… il Pescara

Continua il nostro tour tra le squadre di Serie A. Ogni giorno vi presentiamo 2 squadre con tutte le informazioni: i punti di forza, i punti deboli, le stelle, le probabili formazioni e gli allenatori. Oggi è il turno del Pescara di Giovanni Stroppa.

Un gradito ritorno, quello del Pescara nella massima serie. Conquistato a suon di reti, quelle del duo Immobile-Insigne, quelle del calcio ultra offensivo di Zeman: tutti protagonisti della prossima Serie A, ma con una maglia diversa da quella degli abruzzesi. Con Verratti che sfornerà assist nel campionato francese e magari pure in Champions League. Dal canto suo, la società del presidente Sebastiani si prepara a lottare per una salvezza che non sembra semplice da ottenere.

LA DIFESA: voto 5.5 – A rinforzare il reparto sono arrivati lo svincolato Terlizzi e, dal vivaio della Roma, il promettente Crescenzi. Tra i pali ci sarà il giovanissimo Perin, che nella scorsa stagione si era fatto notare a Padova. Sulla carta potrebbe non bastare, anche perché già nella scorsa stagione il punto di forza dei pescaresi non era certo stata la difesa.

IL CENTROCAMPO: voto 5,5 – E’ il reparto che ha subito i cambiamenti più significativi, con l’arrivo di Blasi, Colucci, Bjarnason e Quintero. L’obiettivo per Stroppa è quello di trovare al più presto la giusta amalgama e, soprattutto, un degno sostituto di Verratti, che sappia caricarsi sulle spalle il peso della costruzione del gioco. Forse manca ancora qualcosa a livello di qualità, ma come sempre sarà il campo a emettere i verdetti definitivi.

L’ATTACCO: voto 5 – E’ il reparto che desta le maggiori perplessità: gli arrivi di Jonathas, Abbruscato e Weiss non sembrano poter compensare le partenze di Insigne e Immobile, almeno sulla carta. Se poi Abbruscato si dovesse trasformare nel nuovo Hubner e Jonathas dovesse esplodere proprio in questa stagione, il presidente Sebastiani avrebbe vinto l’ennesima scommessa.

LA STELLA

 

 

 

 

 

 

 

 

Elvis Abbruscato: In un Pescara che vere e proprie stelle non ne ha, chissà che non sia la stagione della sua consacrazione come bomber di Serie A, visto che tra i cadetti ha sempre dimostrato di avere un ottimo feeling con il gol… e se fosse il nuovo Hubner?

L’ALLENATORE

 

 

 

 

 

 

 

Giovanni Stroppa: E’ un’altra delle scommesse abruzzesi e avrà l’arduo compito di sostituire Zeman. Ha vinto una Coppa Italia Primavera alla guida del Milan, dove è rimasto fino al 2011, prima di sedersi sulla panchina dell’Alto Adige in Lega Pro. Al termine della stagione finisce settimo, a un passo dai play-off: il contratto non gli viene rinnovato, ma arriva la chiamata da Pescara a regalargli la possibilità di allenare in Serie A.

PROBABILE FORMAZIONE:

 

 

 

 

 

 

 

VOTO ALLA SQUADRA: 5.5

Il mercato degli abruzzesi non ha entusiasmato, soprattutto perché i protagonisti della promozione non sono stati sostituiti con elementi che potessero far fare il salto di qualità. Con questa rosa a disposizione, i pescaresi dovranno puntare molto sulla compattezza di un gruppo che, nel giro di pochi anni, ha compiuto il doppio salto dalla ex Serie C alla Serie A, sperando nell’ennesimo miracolo.

Condividi
Appassionato di calcio in genere, ha collaborato con alcune testate locali che si occupano di calcio giovanile ed è uno dei "vecchietti" reduci del primo MP. Vive a Torino ed è papà di due splendide bimbe. Email: spanetta@mondosportivo.it