La Serie A che torna… il Chievo Verona

Continua il nostro tour tra le squadre di Serie A. Ogni giorno vi presentiamo 2 squadre con tutte le informazioni: i punti di forza, i punti deboli, le stelle, le probabili formazioni e gli allenatori. Oggi è il turno del Chievo Verona di Domenico Di Carlo.

Decimo posto con 49 punti e quarti di finale di Coppa Italia. Questo lo score del Chievo Verona dello scorso anno che vuole ripetersi sotto la guida di Domenico Di Carlo, uno che con i clivensi si trova a meraviglia. Il presidente Campedelli e il direttore Sartori hanno saputo mantenere il mix perfetto di giovani e giocatori d’esperienza che permetteranno alla squadra di raggiungere facilmente i propri obbiettivi.

LA DIFESA – Voto 6,5: La perdita di Acerbi, uno dei migliori lo scorso anno, è stata sopperita con l’acquisto di Paul Papp, 23enne rumeno. Nonostante la sua giovane età ha già collezionato 138 presenze con squadre di club e 10 con la maglia della nazionale maggiore dove è diventato un punto fermo. Confermati Dainelli, Andreolli, Cesar e Morero il settore centrale è ben coperto. Sulle corsie laterali troviamo a sinistra Dramè con Jokic a contendergli il posto mentre sulla destra Di Carlo potrà scegliere tra Nicolas Frey o Gennaro Sardo.

IL CENTROCAMPOVoto 6,5: Il diesse Sartori ha battuto la concorrenza di tutti accaparandosi la sorpresa della scorsa stagione. Sto parlando di Marco Rigoni, 34 gare e 11 gol con il Novara, che andrà presubimilmente ha sostituire il posto lasciato vacante da Bradley, andato alla Roma. Accanto a lui ci sarà l’altro Rigoni, Luca, e Hetemaj. Pronti a subentrare ci saranno Luciano, Vacek e Dettori. Salendo sulla trequarti, Rinaldo Cruzado contenderà il posto a Thereau, scoperto trequartista proprio da Di Carlo.

L’ATTACCOVoto 7: 441 gol sono tanti? Bè sono semplicemente la somma delle reti segnate dai quattro attaccanti, nelle loro carriere, a disposizione del tecnico clivense. Stiamo parlando del capitano Sergio Pellissier, 128 gol, David Di Michele, 149, Davide Moscardelli, 139, e Alberto Paloschi, 25. Il calcio non sarà matematica ma questi quattro sanno come buttare quel pallone in rete.

LA STELLA

Sergio Pellissier

Non può che essere lui la stella del Chievo Verona. Ecco forse “La Stella” è un po’ inappropriato perchè lui è la Storia, quella con la S maiuscola dei clivensi. Miglior marcatore di sempre in Serie A con 78 reti, ha raggiunto quota 100 reti con la maglia gialloblu la scorsa stagione, il 2 febbraio 2012 contro il Novara. Tutto il resto è superfluo.

L’ALLENATORE – Domenico Di Carlo

La sua carriera da tecnico era iniziata subito bene. Seduto sulla panchina del Mantova nel 2003 in C2, riesce a portare la squadra in Serie B con una doppia promozione in altrettanti anni. Nel 2005/2006 arriva addiritura quarto nel campionato cadetto ma nei play-off viene eliminato dal Torino. L’anno seguente ottiene un ottavo posto battendo però tutte le squadre di vertice che a quel tempo si chiamavano, Juventus, Genoa e Napoli. Di lui si accorge Tommaso Ghirardi, presidente del Parma, che lo assume per guidare i crociati. La stagione non va come previsto e il tecnico viene esonerato il 9 marzo del 2008. La stagione successiva viene chiamato in corsa dal Chievo Verona dove riesce ad ottenere un’insperata salvezza. Nel maggio del 2010 viene ingaggiato dalla Sampdoria, pronta a disputare il preliminare di Champions League. La stagione va tutta storta e anche qui il tecnico viene esonerato nel mese di marzo del 2011. La scorsa estate Campedelli decide di dare una seconda oppurtunità al tecnico che lo ripaga con un decimo posto e una salvezza mai messa in discussione.

PROBABILE FORMAZIONE:

VOTO ALLA SQUADRA 6,5: Squadra adatta al raggiungimento del suo obbiettivo. Di Carlo saprà sicuramente tirare fuori il meglio dalla squadra messa a disposizione dalla società.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it