Amichevoli internazionali: i risultati di Ferragosto

Serata scoppiettante per il calcio mondiale. Di seguito il recap completo delle gare più belle e importanti di Ferragosto.

RUSSIA-COSTA D’AVORIO 1-1 — Solo un pareggio per Fabio Capello al debutto sulla panchina della Russia, anche se l’avversario non era certo comodo. Il tecnico italiano, apparso teso e concentrato come sempre in panchina, ha puntato su un 4-2-3-1 con molti uomini già presenti nella gestione Advocaat, ma anche nuovi innesti come Schennikov e Glushakov. Dietro all’unica punta Roman Pavlyuchenko, vicino al gol al 11′ e sostituito nella ripresa da Kokorin, Dzagoev è stato inizialmente preferito ad Arshavin. E proprio il migliore della spedizione russa a Euro 2012 ha segnato il gol dell’1-0 con un gran tiro da fuori. Nella ripresa gli ivoriani, apparsi complessivamente in condizione migliore e con Drogba in campo per 90′, hanno trovato il pari con un colpo di testa di Gradel al 32′. “Non è stata una partita facile – ha ammesso Capello a fine gara – anche perché la Costa d’Avorio schierava tutti i migliori. Ma sono soddisfatto della mia squadra. Sapevo che eravamo un buon gruppoo e ne ho avuto la prova. Sono felice anche della prestazione dei giovani”.

GIAPPONE-VENEZUELA 1-1 — La Nazionale guidata da Alberto Zaccheroni è andata in vantaggio al 14′ del primo tempo, con Yasuhito Endo. Nella ripresa, al 17′, il Venezuela ha pareggiato con Fedor. “Nel primo tempo siamo andati subito in gol, avremmo dovuto capitalizzare, approfittare di altre occasioni. Nel secondo abbiamo creato poche opportunità ma il nostro ritmo era calato”, ha commentato l’ex allenatore di Juve e Milan. All’inizio di settembre il Giappone affronterà in amichevole gli Emirati Arabi Uniti, prima della partita contro l’Iraq l’11, valida per le qualificazioni ai Mondiali di Rio.

FRANCIA-URUGUAY 0-0 — Amichevole di alto profilo a Le Havre, ma piuttosto povera di emozioni, specie nel primo tempo. L’unica occasione degna di note dei primi 45′ capita sulla testa di Yanga-Mbiwa, difensore seguito dal Milan. Nella ripresa il tiro al volo di Benzema va vicino al bersaglio, poi ci provano anche Gomis e Briand senza successo. L’Uruguay, che punge copn l’occasione di Abreu, si conferma squadra a cui è molto complicato segnare.

BELGIO-OLANDA 4-2 — Le squadre di Van Gaal, si sa, non sono note per l’impermeabilità difensiva. Ma la minestra riscaldata sulla panchina degli Oranje si rivela subito un po’ indigesta. Il Belgio invece si conferma squadra piena di giovani molto interessanti, da tenere d’occhio già in prospettiva Brasile 2014. Benteke apre le marcature al 19′, prima di un secondo tempo pieno di emozioni. In 2′ l’Olanda, dopo aver fallito alcune occasioni già nel primo tempo, ribalta il risultato con Narsingh e Huntelaar, preferito inizialmente a Van Persie. Ma il finale è tutto belga, con tre gol in sei minuti firmati Mertens (74′, da indecisione di De Jong), Lukaku (77′) e Vertonghen (80′).

SERBIA-IRLANDA 0-0

NORVEGIA-GRECIA 2-3 — Si mette subito bene per gli ospiti a Oslo, in gol col terzino Torosidis, seguito dalla Roma, e con K. Papadopoulos dello Schalke, uno dei giovani più interessanti nel ruolo. Hangeland accorcia al 13′, ma poi nella ripresa Mitroglu ristabilisce le distanze prima del 2-3 finale di John Arne Riise.

DANIMARCA-SLOVACCHIA 1-3 — C’è anche Marek Hamsik, in campo per 75′, nel successo in rimonta della Slovacchia. Primo tempo coi danesi avanti dopo la rete di Mikkelsen al 22′, ma poi nel secondo tempo gli slovacchi segnano tre gol in 20′ con Jakubko, Hamsik e Guldan.

CROAZIA-SVIZZERA 2-4 — Spettacolo e difese non irreprensibili tra due squadre che hanno più qualità davanti che dietro. Per il nuovo c.t. croato Igor Stimac un debutto poco brillante. Uno due iniziale Xhaka-Eduardo da Silva, prima del 2-1 firmato Tranquillo Barnetta. Nella ripresa doppietta di Gavranovic per la Svizzera: in mezzo la doppietta personale di Eduardo. In campo nella Svizzera svizzera i napoletani Inler, Behrami e Dzemaili.

SPAGNA E PORTOGALLO OK – Anche le Furie Rosse ritornano in campo dopo il successo negli Europei con il sorriso: 2-1 al Porto Rico con gol di Santi Cazorla e Fabregas. Bene anche il Portogallo che stende Panama 2-0 con Oliveira e Cr7.

SVEZIA-BRASILE 0-3 – Grande Pato. L’attaccante milanista gioca l’ultimo quarto d’ora e mette a segno una doppietta che lancia il Brasile nell’amichevole in Svezia, orfana di Ibra.La Seleçao è molto simile a quella che sabato ha perso l’oro olimpico col Messico, mentre gli scandinavi devono rinunciare a Ibrahimovic, indisponibile per un problema a un piede. In campo ci sono il milanista Gabriel, al debutto con i verdeoro, e lo svedese del Genoa Granqvist. L’amichevole rievoca la finale del Mondiale 1958, quel Svezia-Brasile giocato proprio allo stadio Rasunda di Solna che contribuì a costruire il mito di Pelé, che da il calcio d’inizio. Brasile subito padrone del campo: gol annullato al 17′ a Neymar, in fuorigioco quando raccoglie il rimpallo dopo il palo colpisto da Oscar. La stellina del Santos si riscatta al 31′, quando pennella sulla testa di Leandro Damião il gol dell’1-0. Gabriel si fa notare per una grande parata a fine primo tempo. Il Brasile tiene in mano il gioco anche nella ripresa ma non riesce a sfondare. Menezes allora cambia l’attacco, passando al 4-3-3 con gli inserimenti di Pato e Hulk. Dopo aver rischiato di subire il pari, i verdeoro raddoppiano al 38′ con il milanista, che di testa infila un cross di Dani Alves. Il 3-0 appena tre minuti più tardi, con Pato che trasforma un rigore che lui stesso si era procurato. Il marchio del Milan sulla partita ce lo mette anche Gabriel, che salva il 3-0 togliendo il pallone dai piedi di Hysen.

GERMANIA-ARGENTINA 1-3 – Se Loew sperava in un parziale riscatto dopo aver fallito l’obiettivo Europeo, l’amichevole con l’Argentina porta solo altre delusioni. A Francoforte la Germania subisce infatti un netto 3-1 dall’Argentina che, in superiorità numerica per un’ora abbondante, domina trascinata dal solito Messi e da Di Maria in grande spolvero. Bene il napoletano Fernandez al centro della difesa in coppia con Garay. I padroni di casa partono forte: ci prova Khedira con un tiro di prima intenzione ribattuto, poi Romero salva su Klose. L’Argentina però cresce: poco prima della mezz’ora il portiere Zieler stende Sosa e viene espulso, regalando un penalty agli ospiti che Messi però si fa parare dal nuovo entrato Stegen. La superiorità numerica regala comunque all’alibeceleste il controllo del gioco. Il vantaggio arriva poco prima del riposo, con una sfortunata doppia deviazione di Khedira e Howedes su calcio d’angolo di Di Maria. La Germania apre la ripresa con un palo di Reus, ma l’Argentina colpisce ancora, stavolta con Messi, che finalizza una bella azione corale in velocità. La stella del Barcellona si fa viva ancora al 20′, ma vede uscire di pochissimo un tocco delicato a scavalcare Stegen. Ma a chiudere i conti ci pensa Di Maria, che a venti minuti dal termine sigla il terzo gol albiceleste con un bolide dalla distanza. Il bel gol di Howedes a dieci minuti dal termine serve solo a limitare il passivo.: la Germania incassa comunque una pesante sconfitta.

AMICHEVOLI INTERNAZIONALI

Giappone-Venezuela 1-1 (14′ Endo, 62′ Miku)
Cina-Ghana 1-1 (57′ rig. Gao, 80′ Boakye)
Russia-Costa D’Avorio 1-1 (55′ Dzagoev, 77′ Gradel)
Armenia-Bielorussia 1-2 (45′ e 66′ Renan, 73′ aut. Verkhovtsov)
Tunisia-Iran 2-2 (53′ Khalatbari, 55′ Jemel, 60′ Ghazi, 83′ Jomaa)
Bulgaria-Cipro 1-0 (66′ Micansky)
Norvegia-Grecia 2-3 (7′ Torossidis, 11′ Papadopoulos, 13′ Hangeland, 56′ Mitroglu, 75′ Riise)
Svezia-Brasile 0-3 (32′ Leandro Damiao, 84′ e 86′ Pato)
Ucraina-Repubblica Ceca 0-0
Danimarca-Slovacchia 1-3 (22′ Mikkelsen, 63′ Jakubko, 72′ Hamsik, 83′ Guldan)
Albania-Moldavia 0-0
Austria-Turchia 2-0 (2′ Kavlak, 6′ Ivanschitz)
Croazia-Svizzera 2-4 (11′ Xhaka, 20′ e 64′ Eduardo, 37′ Barnetta, 51′ e 81′ Gavranovic)
Montenegro-Lettonia 2-0 (36′ Jovetic, 76′ Kasalica)
Macedonia-Lituania 1-0 (55′ Pandev)
Ungheria-Israele 1-1 (51′ Dzsudzsak, 80′ Hemed)
Belgio-Olanda 4-2 (20′ Benteke, 54′ Narsingh, 55′ Huntelaar, 75′ Mertens, 77′ Lukaku, 80′ Vertonghen)
Estonia-Polonia 1-0 (91′ Vassiljev)
Galles-Bosnia 0-2 (21′ Ibisevic, 54′ Stevanovic)
Germania-Argentina 1-3 (45′ aut. Khedira, 52′ Messi, 73′ Di Maria, 81′ Howedes)
Irlanda del Nord-Finlandia 3-3 (7′ Ferguson, 19′ Lafferty, 22′ Sparv, 24′ Pukki, 78′ Hatemaj, 83′ rig. Paterson)
Serbia-Irlanda 0-0
Slovenia-Romania 4-3 (4′ Cesar, 51′ rig. e 60′ Dedic, 56′ Papp, 68′ Torje, 70′ Kirm)
Francia-Uruguay 0-0
Inghilterra-Italia 2-1 (15′ De Rossi, 27′ Jagielka, 80′ Defoe)
Scozia-Australia 3-1 (18′ Bresciano, 28′ Rhodes, 63′ aut. Davidson, 76′ McCormack)
Islanda-Faroer 2-0 (30′ e 90′ Sightorsson)
Portogallo-Panama 2-0 (30′ Oliveira, 51′ Cristiano Ronaldo)
Portorico-Spagna 1-2 (42′ Santi Cazorla, 45′ Fabregas, 65′ Cintron)

FONTE: GAZZETTA.IT

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it