Brasile, per evitare un nuovo Maracanaço serve…

 

Il Brasile dopo la sconfitta inaspettata nella finale di Londra per mano del Messico si vuole concentrare sui mondiali di casa che si svolgeranno fra 2 anni e per evitare un nuovo disastro la CBF (la federcalcio brasiliana) sta pensando di assumere il miglior tecnico in circolazione: Pep Guardiola.

La stampa brasiliana da infatti per scontato l’esonero di Mano Menezes dopo la sconfitta alle Olimpiadi, unico trofeo che manca nella bacheca verdeoro, e il nome di Guardiola è il primo che balza agli onori delle cronache come possibile sostituto. Dalla parte dell’ex tecnico del Barcellona si è schierata gran parte dell’opinione pubblica e due giornali importanti come ‘Lance’ e ‘Estado de Sao Paulo’.

Il primo ha lanciato ormai da mesi una campagna per l’assunzione di Guardiola, mentre secondo un sondaggio del secondo più dell’80% dei brasiliani vorrebbe il catalano sulla panchina. A questi si aggiunge un grande ex calciatore come Ronaldo che ha apertamente sostenuto la candidatura dello spagnolo.

Guardiola, se venisse nominato, sarebbe il primo allenatore straniero sulla panchina del Brasile, cosa che ha fatto storcere il naso a molti ex gloriosi allenatori come Zagalo e Parreira, ma l’incubo di un nuovo Maracanaço (come viene chiamata la sconfitta in finale contro l’Uruguay a Brasile ’50) potrebbe avere la meglio su certi pregiudizi.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.