Supercoppa alla Juve: Napoli ko 4-2 tra gol e polemiche

La Juventus vince la 25°esima edizione della Supercoppa Italiana. A Pechino, al “Bird’s Nest” (Nido d’Uccello), i bianconeri trionfano ai supplementari 4-2 contro un’arrembante Napoli. Gol di Cavani e Pandev per gli azzurri, reazione di Asamoah, Vidal, Vucinic e autorete di Maggio. Partita equilibrata fino a 5′ dalla fine quando il Napoli ha di fatto salutato la coppa per le espulsioni di Pandev e Zuniga, e Mazzarri per proteste.

FORMAZIONI –  Nessuna sorpresa, rispetto alle indiscrezioni della vigilia, nel Napoli di Mazzarri che scende in campo con il classico 3-5-2 con Pandev a supporto dell’unica punta, Edinson Cavani. Solo panchina per Lorenzo Insigne, uno degli uomini più in forma degli Azzurri di questo precampionato, squalificato Dzemaili. In casa Juve, Conte sceglie Giovinco-Matri come coppia offensiva mentre c’è spazio dal primo minuto per Asamoah esterno sinistro con De Ceglie rifilato in panchina, così come Mirko Vucinic. Out Chiellini, Caceres e Isla.

NEL SEGNO DI CAVANI E PANDEV – La rivincita della finale di Coppa Italia dello scorso 20 maggio si gioca sotto una fitta pioggia. Squadre ben messe in campo, di fatto con lo stesso schema tattico, che stentano a costruire azioni degne di nota nei primi 15′ di gioco. Con il passare dei minuti, però, è la squadra di Massimo Carrera, sostituto di Antonio Conte, ad aumentare il pressing sui giocatori del Napoli. Intensità straordinaria per Asamoah e Marchisio, la Juve sfonda più volte lungo l’out di sinistra ma senza mai trovare il guizzo vincente.
Il Napoli aspetta il momento propizio per colpire la retroguardia bianconera che al 27′ sale in maniera sconsiderata sulla linea della metà campo, Pandev allora innesca Cavani che prima si fa ipnotizzare da Buffon, poi torna in possesso del pallone e batte l’estremo della Juve: vantaggio Napoli, 67° gol di Cavani con la maglia azzurra in 96 partite ufficiale. Numeri impressionanti che però non spaventano i campioni d’Italia che dopo aver rischiato di incassare il secondo gol al 36′ sul tiro cross di Hamsik deviato in corner da Buffon, raggiungono il pareggio con l’ex Udinese, Asamoah.
Il possente mediano ghanese sigla una rete pazzesca, su cross di Vidal, calciando al volo da distanza quasi proibitiva e infilando il pallone alle spalle di De Sanctis. Un super gol per il pareggio della Juventus al 37′.
L’equilibrio sembra perdurare fino al fischio finale del primo tempo fino all’ennesimo infortunio difensivo di questa prima parte di stagione della retroguardia juventina. Bonucci lancia Pandev che evita l’intervento di Buffon con un perfetto cucchiaio che porta nuovamente il Napoli in vantaggio: 2-1 al 41′. Risultato con il quale si chiude la prima frazione di gioco.

PARTITA VERA, PARI GIUSTO – Alla ripresa delle ostilità, c’è la novità Mirko Vucinic dal 1′ in campo al posto dello spento Matri. Conte prova a dare la scossa ai suoi e in effetti l’ingresso dell’ex calciatore della Roma sembra dare più brio all’attacco bianconero. Proprio Vucinic, al 49′, costringe al miracolo De Sanctis che smanaccia sulla traversa un gran diagonale del montenegrino. Ancora Juventus all’arrembaggio al 54′ con la punizione perfetta di Andrea Pirlo. Il regista della Nazionale deve fare però i conti con la straordinaria reattività di De Sanctis che con un colpo di reni salva il risultato.
Avanzando il proprio baricentro, la formazione campione d’Italia lascia spazi invitanti al contropiede del Napoli. Partenopei che al 57′ sfiorano la triplice marcatura con Cavani, bravo ad eludere la marcatura di Lucio, un pò meno nella conclusione con il sinistro. Altra ghiotta occasione per la Juve sul capovolgimento di fronte portato in atto da uno scatenato Vucinic che elude gli interventi di Cannavaro e di De Sancits, destro in porta deviato in corner dall’intervento miracoloso proprio del capitano del Napoli.
La gara è divertente e la tensione in campo tra le squadre è palpabile perché fioccano i cartellini gialli e gli interventi sempre al limite della regolarità. Al 63′ Bonucci prova a concedere il bis, Cavani approfitta della seconda leggerezza del difensore juventino ma calcia sull’esterno della rete. La dinamicità di Vucinic si rivela decisiva poi al 72′ quando il montenegrino anticipa in area Fernandez che da dietro lo tocca e per Mazzoleni è calcio di rigore in favore della Juventus. Sul dischetto si presenta Arturo Vidal, De Sanctis spiazzato ed è 2-2 a Pechino.

VOLANO CARTELLINI – La partita si accende ulteriormente e a farne le spese è il Napoli che all’85’ perde Goran Pandev, espulso dall’arbitro Mazzoleni su segnalazione del suo assistente per qualche parola di troppo rivolta proprio nei confronti del guardialinee. Proteste vibranti dello stesso macedone all’uscita dal campo. Gli animi si scaldano e al termine del terzo minuto di recupero, Zuniga colpisce al petto Giovinco, per Mazzoleni c’è volontarietà dell’intervento quindi doppio giallo e altra espulsione per il Napoli. Mazzarri dalla panchina è una furia e il direttore di gara decide di mandare anche il tecnico degli azzurri negli spogliatoi. Napoli decimato e senza allenatore in vista dei supplementari.

FINE DEI GIOCHI – La doppia superiorità numerica si rivela decisiva. Dopo 7′ nel primo tempo supplementare, su calcio di punizione di Pirlo, De Sanctis buca l’intervento aereo e Maggio infila nella propria porta (3-2). Si aprono dunque praterie invitanti per la Juve che al minuto 101 mette al sicuro il risultato sul 4-2; Asamoah imbecca Marchisio, di prima per Vucinic che da due passi buca De Sanctis.

TOP JUVENTUS: Vucinic, Marchisio, Asamoah. FLOP: Bonucci, Lucio.
TOP NAPOLI: Cavani, Pandev, Hamsik. FLOP: Britos, Maggio.

JUVENTUS – NAPOLI 4-2

Juventus: Buffon, Barzagli, Bonucci, Lucio, Liechsteiner (88′ Padoin), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah, Giovinco, Matri (46′ Vucinic). A disp.: Storari, De Ceglie, Giaccherini, Marrone, Quagliarella. All.: Massimo Carrera.
Napoli: De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro (62′ Fernandez), Britos, Maggio, Behrami, Inler (106′ Dossena), Hamsik (67′ Gargano), Zuniga, Pandev, Cavani. A disp.: Rosati, Aronica, Vargas, Insigne. All.: Walter Mazzarri.
Arbitro: Mazzoleni.
Marcatori: 27′ Cavani, 37′ Asamoah, 41′ Pandev, 73′ rig. Vidal, 97′ aut. Maggio, 101′ Vucinic.
Note: Ammoniti Liechsteiner, Giovinco, Bonucci (J), Britos, Cannavaro, Behrami, Cavani, Zuniga (N). All’85’ espulso Goran Pandev per offese all’assistente di linea. Al 93′ espulso Camilo Zuniga per doppia ammonizione. Al 93′ espulso Walter Mazzarri per proteste.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it