Stasera al via la Ligue 1 2012/2013

Comincia questa sera con l’anticipo tra i campioni in carica del Montpellier ed il Tolosa la nuova stagione calcistica della Ligue 1 francese. Un campionato che, mai come quest’anno, si preannuncia interessante e ricco di spunti, visti i tanti campioni approdati in estate in un torneo inserito da sempre tra i più prestigiosi d’Europa, ma spesso considerato al di sotto di quelli di Spagna, Italia ed Inghilterra. A fare la parte del leone dovrebbe essere il super Paris Saint Germain di mister Carlo Ancelotti: i capitolini hanno speso ben 145 milioni di euro per rafforzare una rosa già competitiva, regalando al tecnico di Reggiolo una formazione che non ha nulla da invidiare alle big d’Europa.

A Parigi, tra gli altri, sono arrivati Thiago Silva, Ibrahimovic, Lucas, Verratti e Lavezzi, tutte pedine di una campagna acquisti che ha pochi precedenti nella storia del calcio mondiale. Una squadra, quella rossoblu, che almeno sulla carta dovrebbe non avere particolari difficoltà a vincere la terza Ligue 1 della sua storia. Sarà difficile per il Montpellier ripetere l’impresa dell’anno scorso: partito il bomber Giroud, sbarcato alla corte di Arsene Wenger all’Arsenal, la formazione blu arancio ha resistito, almeno per il momento, alle offerte per i suoi gioielli, Yanga-Mbiwa e Belhanda su tutti, cercando di monetizzarli la prossima stagione. E’ arrivato Gaetan Charbonnier, capocannoniere dell’Angers nella scorsa Ligue 2 con 12 reti, ma, come detto, confermarsi a certi livelli sarà difficile.

Anche l’Olympique Lione, che da un paio di anni ormai ha abdicato dopo le sette lunghe stagioni di dominio incontrastato, sembra ben al di sotto del PSG. La rosa a disposizione di Remy Gard esce abbastanza indebolita da questo mercato estivo; sono partiti uomini importanti, come Ederson, approdato alla Lazio, e lo svedese Kallstrom, acquistato dallo Spartak Mosca, con Bastos e Cissokho sempre con le valigie in mano e pronto a lasciare i lionesi. Valorizzare i tanti giovani della rosa, Lacazette in testa, sarà l’obbiettivo principale per la nuova stagione, che dopo tanto tempo non vedrà la partecipazione alla Champions League. Si spera anche nel definitivo recupero di un giocatore importante come Guorcuff.

Stesso discorso per un’altra nobile di Francia decaduta, l’Olympique Marsiglia, chiamata a riscattare una stagione, quella passata, che definire disastrosa potrebbe sembrare un eufemismo. Mister Deschamps ha salutato tutti ed è andato ad allenare la nazionale francese, così sulla panchina dell’OM è approdato Elie Baup, un nome che di certo non entusiasma la piazza, così come una campagna acquisti che finora non ha prodotto veri spunti d’interesse per la compagine marsigliese, con una rosa praticamente immutata rispetto all’anno scorso. Dietro le storiche formazioni, attenzione alle possibili sorprese come il Lille, terzo lo scorso campionato e sempre tra le formazioni più interessanti, così come il Tolosa, splendida realtà che, come detto, inaugura la nuova stagione allo “Stade de la Mosson” stasera. Da segnalare il fatto che l’Ajaccio partirà con 2 punti di penalizzazione frutto del comportamento antisportivo e verbalmente violento di alcuni elementi della squadra nei confronti dell’arbitro durante la partita Ajaccio-Lione della scorsa Ligue 1.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.