Atalanta, per Peluso è sfida a quattro

Tutta colpa della crisi, non solo quella economica. La penuria di terzini (oggi li chiamano esterni bassi) di un certo livello fa si che i club d’alta classifica si lancino in contemporanea sugli stessi obiettivi, aprendo aste la cui soluzione è inevitabilmente decisa dal fortunato di turno. Dopo la bagarre per Federico Balzaretti, dalla quale a uscire vincente è stata la Roma, quattro squadre si danno adesso battaglia per le prestazioni di Federico Peluso.

28 anni, nel pieno della maturità agonistica e reduce da un’ottima stagione con la maglia dell’Atalanta, il difensore romano è seguito da Napoli, Palermo, Juventus e Lazio. I bianconeri lo hanno messo nella propria orbita da tempo, mentre l’interessamento delle altre compagini è consequenziale all’epilogo del caso Balzaretti. Il destino di Peluso dipenderà probabilmente dalla velocità con cui le pretendenti si presenteranno all’Atalanta: 4/5 milioni di euro è la cifra giusta per definire la trattativa. Impressioni? Juventus in vantaggio grazie ai buoni rapporti con il club bergamasco e, soprattutto, per il gradimento del calciatore. Ma il Palermo ha fretta di sistemare il buco sulla corsia mancina e potrebbe muoversi presto.

Intanto Federico Peluso è lì che aspetta, con un sorriso. Dopo Destro e Balzaretti è lui il protagonista inatteso di questo anomalo mercato: una coincidenza figlia di tristi congiunture, certo, ma anche un democratico premio alla meritocrazia.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.