Esclusiva Mp – Crippa: “Contento del mio Renate. La serie A è al ribasso”

Il Renate soddisfa Massimo Crippa. L’ex centrocampista di Napoli e Torino, oggi direttore generale della squadra lombarda, ha parlato al nostro sito del precampionato dei suoi, in cui sono arrivati buoni segnali nelle amichevoli di prestigio con Atalanta e Parma. Un giudizio anche sulla prossima serie A, definita “un campionato al ribasso”.

Direttore, dal ritiro sono arrivati dei segnali importanti per il suo Renate…

Siamo soddisfatti di ciò che si è visto finora. Il calcio estivo, si sa, conta fino ad un certo punto ma è sempre bello vedere la tua squadra che tiene testa ad avversarie blasonate. Riteniamo di aver fornito al mister una buona squadra, in grado di giocarsela con tutti.

L’entusiasmo del vostro mister, rientrato in auge dopo due anni, sarà un’arma in più?

Il mister si è presentato con una grandissima voglia. Siamo contenti di averlo scelto e crediamo nella bontà del suo lavoro. Sì, può essere la nostra arma in più.

Perché un tecnico così esperto è rimasto fuori a lungo?

Le offerte non gli sono mai mancate: lui è una persona trasparente, che porta avanti le sue idee con forza e convinzione. Alcune società lo hanno cercato in precedenza, ma il mister ha ritenuto che non ci fossero le condizioni adatte per accettare. 

Quali altri settori contate di rinforzare durante il calciomercato?

Siamo attenti alle varie opportunità ma non c’è un ruolo che ha la precedenza sugli altri. Per ora siamo soddisfatti della squadra che abbiamo: ci sono le condizioni per far bene già con questa ossatura.

Un pensiero sulla prossima serie A?

E’ un campionato al ribasso, l’equilibrio regna sovrano. Spiace dirlo ma è così: stiamo perdendo colpi, anno dopo anno.

E il suo Napoli, visto il grande equilibrio, può candidarsi al ruolo di anti – Juve?

Il Napoli è una squadra importante, che sicuramente ha tutto per lottare al vertice. Ha perso un calciatore decisivo come Lavezzi ma ha trovato un degno sostituto: Insigne è giovane, però se non lo presseranno troppo non farà rimpiangere il Pocho. 

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.