Londra 2012: vincono Giappone e Stati Uniti

Dopo la sofferta vittoria della Gran Bretagna padrona di casa contro la Nuova Zelanda nel match inaugurale del torneo olimpico di calcio femminile, sono arrivati i primi tre punti di Londra 2012 anche per le rappresentative del Giappone e degli Stati Uniti. Nel Gruppo F, le giocatrici giapponesi allenate dal tecnico Norio Sasaki hanno superato 2-1 il Canada, volando al primo posto in graduatoria in attesa dell’altra partita del girone, quella tra Svezia e Sud Africa. All'”Hampden Stadium” di Glasgow, le giocatrici asiatiche hanno condotto per lunghi tratti il match, chiudendo sul 2-0 la prima frazione di gioco grazie alle reti della Kawasumi e della Miyama; secondo tempo che si apre con il gol canadese messo a segno da Melissa Tancredi e giocatrici canadesi che sembrano crederci di più, sfiorando in un paio d’occasioni la rete del pareggio. Pari che, tuttavia, non arriva: vince il Giappone, per il Canada occasione persa.

Grandissimo spettacolo alla “Ricoh Arena” di Coventry, dove per il Gruppo G Stati Uniti e Francia si sono date battaglia, dando vita ad un match bellissimo e ricco di reti. Alla fine l’hanno spuntata le statunitensi, vincenti 4-2, anche se erano state proprio le calciatrici francesi di Bruno Bini a passare in vantaggio con la Thiney dopo appena 12′ di gioco. Transalpine scatenate, che raddoppiavano già 2′ dopo con la Delie, ma prima la Wambach e poi la MOrgan ristabilivano la parità dopo 32′ di fuoco, giocati in maniera intensissima da parte di entrambe le formazioni. Secondo tempo che inizia in salita per la Francia, colpita dalla rete del 3-2 messa a segno dalla Llyod e Stati Uniti che mettevano in ghiaccio il match ed i primi tre punti al 66′, quando ancora la scatenata Morgan firmava il poker a stelle e strisce, nonché la sua personalissima doppietta. Attesa ora per il risultato dell’altro incontro del girone, quello tra Colombia e Corea del Nord.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.