Antonelli: “Destro? Domani è un giorno decisivo”

Stefano Antonelli, direttore sportivo del Siena, non ha dubbi: la giornata di domani sarà decisiva per il futuro di Mattia Destro. Queste le sue parole a Sky: “Siamo agli sgoccioli, domani probabilmente sarà presa una decisione. Con una società abbiamo l’accordo, mentre con l’altra no. Però quest’ultima pressa, è seriamente interessata al ragazzo. Non posso dire quale sarà la sua decisione”.

Ma il ragazzo come vive la situazione? A 21 anni può essere controproducente trovarsi al centro di una simile asta. Ma Antonelli rassicura tutti: “Mattia lo conosco sin da bambino, è una persona umile e seria. Vive tranquillamente ciò che gli sta accadendo e, ve lo dico con certezza, chi lo prenderà farà un affare. Lo ha detto Totti e lo voglio confermare anche io: Mattia diventerà un campione, ha tutto per riuscirci. Ha saputo 48 ore fa che la trattativa con la Roma era conclusa e si è preso un po’ di tempo per decidere. Non vuole rifiutare la società giallorossa, al contrario è entusiasta di questa ipotesi. Però c’è la Juventus che lo entusiasma altrettanto e quindi ha bisogno di riflettere”.

Conclusioni finali: “Non c’è un club in vantaggio, la situazione è in equilibrio. Domani sarà presa una decisione e martedì Mattia lascerà il gruppo”. Non solo Antonelli, nel pomeriggio ha parlato anche Serse Cosmi. Il mister umbro, a dire il vero, è stato abbastanza pungente nei confronti di Destro. Questo il succo del suo discorso: “Deve andare da chi vuol fargli fare il calciatore. Quando ho scelto il denaro nella mia carriera, mi sono sempre trovato a sbattere contro un muro. Consiglio a Mattia di non fare questo errore e di scegliere solo in base a sensazione tecniche e umane. Se si allena come ha fatto negli ultimi tre giorni, non sarebbe titolare nemmeno nel Siena”.

 

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.