Inzaghi sfoglia la margherita: panchina o campo?

Sono giorni importanti per Pippo Inzaghi. L’ex centravanti del Milan si trova di fronte a un bivio: continuare a giocare oppure vestire la tuta e insegnare ai giovanissimi come si fa gol. Molte squadre lo vorrebbero ancora in campo, lì sul filo del fuorigioco. L’offerta più intrigante è quella del Malaga, che parteciperà alla prossima Champions League e gli potrebbe dare l’occasione di superare finalmente Raul.

Anche la famiglia Pozzo tenta SuperPippo: i proprietari dell’Udinese lo vorrebbero in uno dei loro due club satelliti, il Watford e il Granada. Si tratta però di opzioni che l’attaccante non considera prioritarie. Sullo sfondo, in Italia, c’è il Siena di Mezzaroma. Il club toscano gli diede la caccia già nello scorso gennaio e non ha intenzione di mollare.

E se Inzaghi spiazzasse tutti? Il Milan è la sua seconda casa, un’oasi ideale dove consumare l’amore per il pallone. Galliani gli ha proposta la panchina degli Allievi nazionali e, un po’ a sorpresa, ha trovato un SuperPippo molto disponibile. La scelta arriverà a breve, non si dovrebbe andare oltre fine mese. Fosse per noi, consiglieremmo di privilegiare ancora il campo. Il gol non ha età: ce lo ha insegnato quel numero nove.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.