Tempo di raduni. Domani tocca alla Juve Stabia

E’ trascorso più di un anno dalla storica finale del Flaminio che riportò le vespe stabiesi in Serie B dopo un’attesa lunga sessant’anni. Nel passato campionato cadetto la Juve Stabia si presentò da matricola ai nastri di partenza, ma sorprese gli addetti ai lavori chiudendo la stagione tra le prime dieci, a poca distanza dalla zona playoff.

Terminata l’euforia per il raggiungimento con largo anticipo della permanenza in B, ora è tempo di rimettersi a lavoro e preparare la nuova avventura. Da domani si torna a fare sul serio; la Juve Stabia si radunerà in mattinata per partire alla volta di Gubbio, in Umbria, sede del ritiro estivo fino al 7 agosto.

Definito il quadro delle amichevoli. Debutto il 23 luglio contro una squadra dilettantistica, poi il 27 luglio una gara di rilievo con il Perugia. Il 1 agosto la sfida contro i padroni di casa del Gubbio e il giorno dopo un triangolare con Spoleto e Siena. Ultima partita prevista il 7 agosto, avversario il Borgo a Buggiano.

Questi nomi a disposizione di mister Braglia:

Portieri: Andrea Seculin (1990); Timothy Nocchi (1990); Alessandro Vitiello (1995).

Difensori: Ivano Baldanzeddu (1986); Marco Ciampi (1992); Stefano Dicuonzo (1985); Donovan Maury (1981); Gennaro Scognamiglio (1987); Giuseppe Scurto (1984); Alessandro Vinci (1987).

Centrocampisti: Fabio Caserta (1978); Guido Davì (1990); Alessandro Doninelli (1991); Horacio Erpen (1981); Carmine Gargiulo (1994); William Jidayi (1984); Daniel Kofi Ageyi (1992); Adriano Mezavilla (1983); Antonio Zito (1986).

Attaccanti: Marco Cellini (1981); Thomas Danilevicius (1978); Jerry Mbakogu (1992); Givenstin Nsukizantu (1990).

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it