Renate, parlano Crippa, Abbate e il tecnico Sala

I brianzoli del Renate hanno iniziato il percorso di preparazione al prossimo campionato di Lega Pro. Oggi c’è stata la prima vera seduta di allenamento del tecnico Antonio Sala, preceduta dalla conferenza stampa che ha permesso ai dirigenti di presentare la squadra ai media.

Il primo a prendere la parola è stato il direttore generale Massimo Crippa che ha espresso parole favorevoli nei confronti del nuovo corso tecnico: “Mister Sala è un tecnico conosciuto, da due anni fermo non perché non abbia avuto richieste ma solo perché ha ritenuto non consone le proposte pervenutegli. E’ stato il primo allenatore che abbiamo contattato e ci è piaciuto subito. Non ha posto condizioni accettando ciò che la società gli ha messo a disposizione, aspetto per noi molto importante. La squadra è cambiata tanto, con alcuni elementi delle passate stagioni come Cortinovis, Mazzini e Battaglino che non sono più con noi. Hanno dato tanto per il Renate nello scorso biennio e noi li ringraziamo. Siamo convinti anche che i nuovi arrivati siano all’altezza della situazione”.

Il Direttore Sportivo Luigi Abbate, invece, ha elogiato il gruppo e la società, ammirata anche dagli alti vertici federali. “Siamo apprezzati in tutta Italia e, soprattutto, dal Palazzo che ci addita come esempio da seguire. C’è ancora un po’ di incertezza sul format del prossimo campionato ma noi siamo soddisfatti di ciò che abbiamo fatto finora ed io mi sento tranquillo ritenendo la squadra pronta ad affrontare qualsiasi tipo di torneo. Come sempre, abbiamo cercato di formare un gruppo giovane tenendo qualche giocatore con un po’ più di esperienza. Siamo inoltre riusciti ad organizzare alcune amichevoli di grande prestigio, cosa che non capita a tutte le compagini di Seconda Divisione. Dispiace non disputarle a Renate per vari motivi legati ai contratti televisivi delle squadre di Serie A e B ma rimane un grande risultato poter sfidare Atalanta, Parma e Novara”.

Infine è stata la volta del tecnico Antonio Sala, la novità più importante di questa stagione: “Ringrazio innanzitutto i due Presidenti Citterio e Spreafico, il Direttore Abbate e Massimo Crippa che hanno riposto fiducia nella mia persona. Rientro dopo due anni in cui mi sono dedicato ad altro e preceduti da quasi 20 anni di ininterrotta presenza sui campi. Sono arrivato a Renate senza particolari richieste ben sapendo con chi ho a che fare. Ho parlato con la società chiedendo solo di mettermi a disposizione una buona squadra, poi avrei pensato io ad allenarla al meglio. La rosa è sulla carta competitiva, omogenea e coperta in tutti i ruoli. Sarà poi il campo ad emanare i suoi verdetti. Noi iniziamo subito ad allenarci e a sudare per prepararci al meglio al prossimo campionato, che sia una Lega Pro unica o che si mantengano le due categorie.”

(Fonte: Ufficio Stampa A.C. Renate)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it