Addio Alfredo Provenzali

Aver saputo stamane della morte di Alfredo Provenzali, voce storica di “Tutto il calcio minuto per minuto”, una delle trasmissioni più longeve del panorama radiofonico italiano, sicuramente la più amata, è stato un po’ come l’aver perso un compagno di vecchia data, una presenza magari non fisica, ma che ha accompagnato la crescita di uno che con le partite alla radio c’è cresciuto, che alle stronzate e alla spocchiosità di alcuni telecronisti preferisce ancora la melodia suadente e l’emozione di “vedere” una partita di calcio attraverso questo vecchio media che ha allietato intere generazioni.

Alfredo Provenzali se n’è andato la notte scorsa nella sua Genova, in silenzio, ironia della sorte proprio nel giorno del suo settantottesimo compleanno. Voce calda e garbata, pulita e amabile, ha raccontato per anni la storia dello sport italiano, prima da inviato sul campo e poi da conduttore della trasmissione calcistica in onda su Rai Radio Uno da più di sessant’anni. Giornalista competente e signore d’altri tempi, oltre a condurre “Tutto il calcio minuto per minuto” Alfredo Provenzali è stata la voce della pallanuoto italiana, raccontando i tanti trionfi di questo sport, ma anche di nuoto e ciclismo.

Riccardo Cucchi, altra storico inviato della trasmissione radiofonica, parlando del collega scomparso ha detto: “E’ un momento davvero triste per noi, Provenzali ha rappresentato un pezzo di storia della radio, ha fatto parte del gruppo delle grandi voci degli Anni 60 che hanno dato vita a quella straordinaria trasmissione che è “Tutto il calcio minuto per minuto”. La sua voce calda, rassicurante ha raccontato Olimpiadi e Mondiali attraversando i momenti più importanti dello sport, anche per questo lo abbiamo voluto con noi fino a poche settimane fa, nella squadra di Radio 1, come conduttore della trasmissione più importante, appunto “Tutto il calcio minuto per minuto”. E’ stato il terzo conduttore dopo Roberto Bortoluzzi e Massimo De Luca negli oltre cinquant’anni di storia della trasmissione. Indimenticabili sono sicuramente le sue telecronache di nuoto e di ciclismo, un maestro di giornalismo, un cronista, un uomo di rara eleganza, un gentiluomo di altri tempi“.

Per tutti coloro che non lo hanno conosciuto, ecco chi è stato Alfredo Provenzali, un ricordo, una voce calda, un maestro di giornalismo (Fonte You Tube)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.