Per Breno si aprono le porte del carcere

L’ormai ex difensore brasiliano del Bayern Monaco Breno non giocherà con la Lazio la prossima stagione. In verità il calciatore sudamericano non potrà più calcare i campi di calcio per i prossimi quattro anni, tre e nove mesi per la precisione; a tanto ammonta la pena inflitta al giocatore, da scontarsi in carcere, dopo la condanna emessa nei suoi confronti da parte del Camera penale n° 12 del tribunale di Monaco di Baviera. La sentenza avrà esecuzione immediata e per Breno si apriranno presto le porte del carcere.

Come si ricorderà, il difensore brasiliano era stato arrestato in seguito all’incendio doloso della sua casa di Monaco di Baviera avvenuto nella notte tra il 19 ed il 20 settembre dello scorso anno. Alla fine delle indagini si scoprì che il piromane era lo stesso giocatore, che nel dare fuoco alla propria abitazione aveva rischiato di uccidere se stesso e la sua famiglia. A nulla sono valse le scuse postume di Breno al Bayern e ai suoi parenti.

Respinta la richiesta dello stesso giocatore di due anni di prigione con la condizionale, pena che gli avrebbe permesso di giocare, forse con la Lazio, visto l’interesse manifestato nei mesi scorsi dal club di Lotito nei confronti del calciatore.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.