Euro2012, Spagna-Italia: le probabili formazioni

Il giorno più atteso è arrivato, la tensione sta per sciogliersi, la gloria dietro l’angolo, dall’altra parte la disperazione. E’ il giorno della finalissima di Euro2012, è il giorno di Spagna-Italia. Tutto pronto alll’”Olymic Stadium” di Kiev dove le “Furie Rosse” e gli azzurri si contenderanno il titolo di campione d’Europa, in una partita che pochi alla vigilia avrebbero preventivato; invece, la riconferma degli iberici e la sorpresa degli italiani hanno fatto sì che l’atto conclusivo di questo Europeo fosse la ripetizione del match inaugurale del Gruppo C: una ventina di giorni fa, a Danzica, fu un 1-1 firmato Di Natale-Fabregas. Fischio d’inizio alle ore 20:45, arbitro il portoghese Proença.

Sul fronte spagnolo, Vicente Del Bosque sa che un’eventuale vittoria proietterebbe la sua Spagna nella leggenda. Mai una Nazionale ha realizzato il triplete, vincendo titolo continentale, Mondiale e ancora una volta titolo continentale. In sede di conferenza stampa, il sessantunenne ha parlato di partita della vita: “Sì, è la partita più importante del calcio spagnolo, abbiamo lavorato a lungo per tanti anni con questa nazionale e la vittoria sarebbe un coronamento. L’Italia è cambiata molto, sono grandi avversari, sono partiti bene e hanno saputo crescere ancora nel torneo“.

Da par suo, Cesare Prandelli si è voluto levare qualche sassolino dalla scarpa, esaltando l’avventura dei suoi e rimando al mittente le critiche piovuti sulla selezione azzurra a inizio torneo. Il selezionatore italiano ha ammesso che la Spagna rimane la squadra più forte, quindi la favorita, ma ha fiducia nei suoi ragazzi: “La Spagna ha dimostrato in questi anni di saper mantenere le stesse caratteristiche e lo stesso modo di giocare ottenendo grandi risultati, ho sempre detto che è la migliore. Ma giocheremo a viso aperto, cercando il gioco come abbiamo sempre fatto, nel caso anche rischiando qualcosa“.

Capitolo formazioni: a chi lo criticava per lo scarso impiego di punte di ruolo, Del Bosque ha affermato che la Spagna giocherà con tre attaccanti. In realtà, le “Furie Rosse” dovrebbero schierarsi col modulo adottato nella maggior parte di questo Europeo, senza centravanti di ruolo e col trio Iniesta, Silva, Fabregas in avanti, per non dare punti di riferimento alle difese avversarie. In alternativa è pronto Torres. L’Italia dovrebbe scendere in campo con la stessa formazione che ha battuto la Germania. Sulla destra l’unico dubbio di Prandelli, con Balzaretti e il recuperato Abate a contendersi una maglia da titolare; in attacco Cassano affiancherà Balotelli.

Spagna (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Piqué, Ramos, Alba; Xavi, Busquets, Xabi Alonso; Silva, Iniesta, Fabregas. All.: Del Bosque.

Italia (4-3-1-2): Buffon; Balzaretti, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Pirlo, De Rossi, Marchisio; Montolivo; Cassano, Balotelli. All.: Prandelli.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.