Esclusiva – Simone Boldini: “Futuro? Oggi ho un appuntamento”

Simone Boldini ha voglia di cominciare una nuova avventura. Dopo l’esperienza con la Tritium, condotta alla salvezza in Prima Divisione, il tecnico lombardo preferirebbe adesso un progetto più solido, che non si basi quasi esclusivamente sui giovani. Le prossime ore potrebbero essere decisivo per il suo futuro: presto ci sarà un colloquio con il dirigente di un club di Lega Pro. 

Allora mister: abbiamo novità sul suo futuro?

Oggi ho un appuntamento, devo sentirmi con una persona. Dopo l’esperienza con la Tritium ho voluto staccare per un po’: il calcio è stressante a qualsiasi livello, se non cogli i risultati sei sempre in discussione. Non è un problema solo italiano.

Ci può dire con chi si sente?

Assolutamente no.

Immaginavo. Si era parlato di un ritorno a Renate, poi non se ne è fatto nulla…

Non ho voluto io. I cavalli di ritorno non mi sono mai piaciuti, quando fai bene da un parte dopo puoi solo peggiorare. Meglio lasciare un bel ricordo e salutarsi.

Di cosa ha voglia ora mister?

Ho voglia di un progetto stabile, basato poco sui giovani e quindi sul rischio. Mi piacerebbe trovare una compagine ambiziosa, che lotti per i playoff o comunque per inserirsi nelle zone alte della classifica.

Con la Tritium non c’è stato un bel finale, però il suo lavoro l’ha fatto in pieno…

Mi hanno chiesto la salvezza e, quando sono stato esonerato, eravamo ampiamente fuori la zona playout. Ho valorizzato un sacco di giovani, del 92 e del 93, permettendo alla società di guadagnare un bel gruzzoletto dalla Lega. Mettiamoci anche la semifinale di Coppa Italia raggiunta e vi accorgerete che io non posso recriminarmi nulla.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.