Pirlo: “Nulla è impossibile ora”…Ecco le parole degli azzurri

Azzurri raggianti nel post-partita, e non potrebbe essere altrimenti, dopo la vittoria arrivata ai rigori contro l’Inghilterra, dopo una partita interamente dominata. Ai microfoni della RAI i giocatori italiani sono il volto della felicità, sono consapevoli che, ora, il sogno può realizzarsi in pieno.

L’autore del rigore decisivo, Alessandro Diamanti, è entusiasta e dice che “i rigori hanno fatto giustizia“, analizzando il match: “Ci abbiamo creduto fino alla fine. Credo sia una vittoria meritatissima. Il mister ci chiede di farci trovare pronti, ci alleniamo tutti alla grande e diamo il nostro contributo“.

Pirlo, uno dei migliori in campo e colui che, con quel cucchiaio da brividi, ha riacceso la lampadina nei suoi compagni, col morale a terra dopo lo sbaglio dal dischetto di Montolivo, dichiara: “Il portiere faceva movimenti starti, quando si è tuffato ho deciso di tirarlo così. Ho dato un pò di pressione ai loro tiratori ed infatti dopo hanno sbagliato. L’Inghilterra non ha creato nulla, ha solo giocato per i rigori mentre noi fino alla fine volevamo vincere“.

In paradiso De Rossi che gonfia il petto e dice: “E’ stata una serata di quelle che ti rimangono per sempre dentro. E’ dai tempi di Totti con l’Olanda credo che non si vedeva un rigore come quello di Pirlo. Mi è dispiaciuto tanto uscire, spero di esserci per la semifinale. Erano diversi giorni che avevo dei fastidi al nervo sciatico, e non puoi mettere ghiaccio o antidolorifici“.

Più calmo, riflessivo e a tratti irritato Gigi Buffon: “Ai rigori può succedere di tutto, per fortuna è andata così perchè lo meritavamo per quanto prodotto in tutta la gara. Siamo stati migliori di loro, creando tantissime palle gol. Anche fisicamente stavamo meglio di loro e lo abbiamo fatto vedere fino all’ultimo secondo dei supplementari. Dopo il rigore di Montolivo? Ho pensato solo che dovevo pararne più possibili. Se lo meritava la squadra e credo di meritarlo anche io. Credo che tutti capiscano perchè dico queste cose. Sorriso? Non faccio i salti di gioia per una semifinale, lo farò quando vincerò insieme alla squadra. Anche chi ha vinto già qualcosa di importante vuole ripetersi anche per i compagni nuovi. Nessuno parte per arrivare secondo, ricordiamoci che abbiamo superato solo un quarto di finale. Germania? Partirà sicuramente favorita, ma abbiamo il carattere per farci valere“.

Infine Montolivo: “E’ stata dura, ma i compagni appena sono arrivato a metà campo sono stati solidali, ma eravamo fiduciosi. Poi abbiamo Gigi per fortuna“.

 

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.