Balotelli: “Se esulterò? Prima fatemi segnare…”

“Io Peter Pan? Mi sento un uomo, senza dubbio, però un po’ Peter Pan lo sono, perché sono libero”. Uomo o bambino che sia, Mario Balotelli non ha limiti. Né in campo né fuori. “Sono contento di aver segnato contro l’Irlanda, era un gol che aspettavo da tempo. Non era un periodo fortunatissimo, vero, ed è per questo che sono contento di averla buttata dentro contro il Trap. L’esultanza? Prima penso a segnare: fatemi segnare, poi vediamo”.

“Sarà divertente giocare contro i miei compagni di squadra al Manchester City – ha aggiunto Super Mario – spero di vincere, e quindi spero che loro perdano. Milner, Hart e Barry sono amici, ma non temo nessuno. Sento l’importanza di questa maglia, per me è un onore indossarla, mi emoziona, ma non mi ha condizionato in questo Europeo. Non ho mai avuto problemi fuori dal campo, neanche quando non segnavo. Non avevo come diceva qualcuno «il culo nella nutella»”.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it