Italia, Sacchi accusa: “Biscotto? Chi è ladro pensa che tutti lo siano…”

“Il calcio, purtroppo, va a finire come il nostro Paese. Siamo stati noi i primi a parlare di ‘biscotto’, abbiamo fatto un’altra figuraccia e poi, tra parentesi, biscotto non c’e stato. Chi è ladro pensa che tutti siano ladri”. Lo ha dichiarato Arrigo Sacchi a “Chiambrettopoli”, su Radio 2. “Ora stiamo giocando bene, abbiamo vinto, a tratti abbiamo anche fatto vedere buone cose, ma non riusciamo a dare continuità a quel che facciamo. Credo che questa vittoria – ha spiegato Sacchi, riferendosi ovviamente al 2-0 sull’Irlanda – sia propedeutica per un futuro migliore. Era troppo tempo che la squadra non vinceva, le vittorie ti danno autostima, convinzione e risulta tutto più facile. Invece in questo momento, alla Nazionale italiana, risultava tutto più difficile”.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it