Ibra tira fuori l’orgoglio. E sul Milan…

A distanza di due giorni dalla cocente eliminazione ad Euro 2012 per mano dell’Inghilterra, Zlatan Ibrahimovic torna a parlare carico di orgoglio in vista dell’ultima gara del Girone D contro la Francia e con un occhio di riguardo nei confronti del suo Milan.

Le sconfitte non significano nulla, non mi fanno pensare in negativo – tuona Ibra dal ritiro della Svezia – Al contrario bisogna andare avanti. Dentro di me ho una grande rabbia che mi dà maggiore motivazione. Ciò che è accaduto qui non è positivo, ma questo è l’effetto che suscita in me. Se analizziamo entrambe le partite è evidente che abbiamo preso l’iniziativa in entrambe. Puoi giocare per il risultato, puoi essere più o meno fortunato, ma io non credo a questo: penso che siano i piccoli dettagli a fare la differenza. Mi sembra che tra le squadre che sono state eliminate siamo stati gli unici che hanno preso l’iniziativa del gioco e poi hanno perso. Ora giochiamo contro la Francia per l’onore: vogliamo tornare a casa con qualche punto“.

Sulla permanenza in rossonero di Thiago Silva, l’attaccante svedese ha invece affermato: “Il Milan è un club che vuole vincere e se vuoi continuare a vincere devi trattenere Thiago Silva. Spero che arrivino presto nuovi giocatori, che la squadra giochi meglio e che non ci siano infortuni“.

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it