Guida all’ultima giornata di Euro 2012

Scatta l’ultima giornata della fase a gironi a Euro 2012. Tutto è ancora in gioco nei quattro raggruppamenti. Vediamo, girone per girone, cosa serve a ciascuna squadra per passare il turno.

Gruppo A

Alla Russia basta veramente poco per qualificarsi ai quarti di finale. Alla Nazionale di Advocaat serve il pareggio con la Grecia oppure anche una sconfitta fino a cinque gol di scarto, se Polonia e Repubblica Ceca pareggiano. Alla Repubblica Ceca invece basta un pareggio con la Polonia, che a sua volta è obbligata a superare Baros e compagni per proseguire il proprio cammino. I tre punti sono obbligatori anche per la Grecia, che in caso di successo sulla Russia otterrebbe la qualificazione.

Gruppo B

Nonostante sia l’unica nazionale rimasta a punteggio pieno, la Germania non è ancora sicura della qualificazione. Una sconfitta con la Danimarca, abbinata al concomitante successo del Portogallo sull’Olanda, significherebbe eliminazione (clamorosa, aggiungiamo) per i tedeschi. Al Portogallo può bastare il pareggio se la Danimarca non batte la Germania, oppure la sconfitta con un gol di scarto in caso di sconfitta danese. Danimarca comunque qualificata in caso di vittoria, in nessun caso se perde, mentre col pareggio deve sperare unicamente nella sconfitta del Portogallo. Anche l’Olanda, rimasta al palo dopo le prime due partite, conserva qualche residua chance legata alla classifica avulsa. L’arrivo a 3 punti con Portogallo e Danimarca premierebbe gli Orange, a patto che battano i lusitani con due gol di scarto.

Gruppo C

Solo se non si verifica il famigerato ‘biscotto’ tra Spagna e Croazia è possibile fare ogni tipo di discorso. In caso di pareggio dal 2-2 in su, infatti, ogni calcolo è superfluo e l’Italia va a casa nella stessa maniera beffarda di 8 anni fa. Se Spagna e Croazia invece faranno il loro dovere impegnandosi fino in fondo, la situazione si fa interessante. Con la vittoria di una delle due, oppure il pareggio per 0-0, all’Italia basterà battere l’Irlanda per qualificarsi. In caso di pareggio per 1-1, gli azzurri dovranno perlomeno eguagliare il 3-1 della Croazia contando su un ranking Uefa migliore. Se invece l’Italia non dovesse vincere contro un’Irlanda già eliminata, Spagna-Croazia diventerebbe uno spareggio per il primo posto, con i campioni del mondo e d’Europa in carica che nel caso hanno a disposizione due risultati su tre.

Gruppo D

E’ il gruppo che presenta meno calcoli in assoluto. Con la Svezia già eliminata, sono in tre a giocarsi l’accesso ai quarti di finale. Per non passare il turno, la Francia dovrebbe commettere un harakiri facendosi battere dagli scandinavi, che non hanno più nulla da chiedere a questo Europeo. Pure in quel caso, i transalpini passerebbero ugualmente se l’Ucraina non dovesse battere l’Inghilterra. E, in caso di vittoria di Sheva e compagni, la Francia può permettersi di perdere con uno scarto uguale rispetto agli inglesi oppure superiore di una rete ma segnandone due in più della nazionale di Hodgson (esempio Svezia-Francia 4-2, Ucraina-Inghilterra 1-0). A meno di clamorose sorprese, dunque, Ucraina-Inghilterra sarà un vero e proprio spareggio per l’altro posto disponibile, con i britannici che hanno a disposizione due risultati su tre.

Condividi
Nato a Sesto San Giovanni (MI) il 12 agosto 1979, è laureato in Scienze Politiche. Collaboratore di Sportitalia, in passato ha collaborato con siti e giornali sportivi ed è stato il responsabile della sezione calcio del sito di Eurosport.