Redknapp si confessa: “Costretto a lasciare”

L’ormai ex tecnico del Tottenham, Harry Redknapp ha spiegato al The Sun le motivazioni che lo hanno spinto a lasciare la panchina della squadra londinese, addossando la colpa alla dirigenza e dicendosi pronto a ripartire.

“Io non volevo lasciare il club, ma hanno fatto una decisione di andare in una direzione diversa da quella che volevo intraprendere io. Quando i vertici societari non ti piacciono cosa si può fare di diverso? Ero un dipendente e dovevo rispettare le decisioni del proprietario del club. – continua Redknapp sul quotidiano inglese – Voglio andare avanti con la mia vita, senza deprimermi. Sono ancora innamorato nel calcio e non sono stufo di questo sport. Voglio guidare un altro club, anche se non so ancora dove andrò”.

Il tecnico intanto intascherà 3 milioni di sterline di buonuscita dal club londinese e si riposerà in attesa di una nuova chiamata, che potrebbe arrivare a sorpresa dalla federazione inglese se l’Inghilterra dovesse essere eliminata nella fase a gironi di Euro 2012.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.