Euro2012: Svezia, lo spogliatoio è una polveriera

La sconfitta della gara d’esordio contro l’Ucraina ha lasciato strascichi polemici dentro e fuori dal campo. la doppietta di Schevchenko ha terribilmente complicato i piani qualificazione della formazione di Hamren, lasciando scorie e tossine soprattutto nello spogliatoio scandinavo. Abbiamo già parlato della violenta discussione post Ucraina-Svezia che ha messo di fronte Ibrahimovic e Rosemberg; ora, però, la situazione sembra esser diventata davvero insostenibile, con la formazione di due gruppi che hanno spaccato il gruppo svedese.

Da una parte Ibrahimovic, capitano e leader della formazione, dall’altra Olof Mellberg, uno dei senatori della selezione gialloblu, che si è schierato dalla parte di Marcus Allback, vice allenatore della Nazionale con cui proprio Ibra aveva avuto da ridire nel post gara. Pare che il CT Hamren sia intervenuto per far da pacere, ma senza esiti positivi, tanto che in vista della gara di domani contro l’Inghilterra, la situazione dello spogliatoio svedese appare incandescente.

A riferire il tutto è stata un’anonima fonte scandinava, che ha rivelato tutto al britannico Daily Star: “Ormai siamo alla totale anarchia e nello spogliatoio c’è un’aria terribile. I tecnici hanno cercato di convincere i giocatori a fare la pace e a tornare di nuovo amici, ma non è successo. La preparazione in vista della gara con l’Inghilterra non potrebbe essere peggiore e questo non può che favorire la selezione di Hodgson“.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.