EURO 2012, le pagelle di Spagna-Irlanda

Una partita che definirla a senso unico sarebbe anche riduttivo. Gli spagnoli prendono a pallonate la porta irlandese e, senza dare l’impressione di spingere tantissimo, ottengono una rotonda vittoria che li proietta in testa al girone.

Dopo 4′ gli uomini di Del Bosque sono già avanti grazie al gol di Torres, il grande escluso della partita d’esordio, poi si scatenano nella ripresa, con la rete di classe assoluta di Silva, il bis di Torres e Fabregas. Trapattoni saluta l’Europeo consapevole di aver avuto a disposizione una squadra inferiore e che non ha potuto opporre resistenza allo strapotere iberico. Irriconoscibile soprattutto il capitano Keane, mentre si salva parzialmente Duff, che prova a non arrendersi finché può.

SPAGNA

Casillas 6 – Il voto è solo per segnalare che era presente sul terreno di gioco, ma non tocca mai palla.

Arbeloa 6 – Dalle sue parti non ci sono pericoli e ne approfitta, di tanto in tanto, per qualche discesa in avanti che gli permette di partecipare alla festa.

Pique’ 6,5 – In area è un muro, fa davvero paura. Comanda sia nei contrasti che nel gioco aereo.

Sergio Ramos 6 – Partita estremamente tranquilla che non gli crea alcuna sofferenza. Ordinaria amministrazione.

Jordi Alba 6 – Dimostra ancora il suo talento con una prestazione di personalità e buona qualità sulla sinistra.

Xavi 7 – Si dice che la perfezione non sia di questo mondo. Lo si capisce quando a metà ripresa sbaglia di qualche centimetro un lancio per Jordi Alba. Fino a quel momento però, se gli spettatori avessero avuto qualche dubbio guardandolo giocare, beh, sarebbe stato più che legittimo.

Busquets 6 – Fra così tanta qualità lui è quello che forse si nota di meno, ma l’equilibrio che dà alla squadra è fondamentale.

Xabi Alonso 6,5 – Sia in fase di non possesso che in quella di costruzione non sbaglia praticamente nulla e la sua presenza in mezzo al campo è importantissima. Dal 65′ Javi Martinez 6 – Intervento duro a metà campo che gli costa il giallo. Per il resto, regge bene il ritmo dei suoi compagni.

Iniesta 6,5 – Quando tocca palla lui, sui volti dei difensori irlandesi si legge nitida la paura. La palla è innamorata di lui, non c’è nulla da fare. Dal 79′ Cazorla s.v – Qualche minuto per concedere la standing ovation a Iniesta.

Silva 6,5 – Tanta qualità, come di consueto, e un gol che è l’emblema della classe sopraffina.

Torres 7 – Dopo la discussa panchina dell’esordio, Del Bosque gli concede un posto da titolare che lui ripaga con due gol e una prestazione maiuscola per impegno e intensità. Magari il ct spagnolo la prossima volta avrà meno dubbi circa il suo impiego. Dal 73′ Fabregas 6,5 – In pochi minuti riesce a mettere la sua firma sulla gara con un tiro di potenza e rabbia, confermata poi dall’esultanza.

All. Del Bosque 6,5 – Ha l’umiltà di cambiare rispetto alla gara inaugurale contro l’Italia schierando Torres dall’inizio, quasi come ad ammettere l’errore, e viene ripagato dall’attaccante del Chelsea con un gol dopo 4′. Per il resto, i suoi giocano a memoria e la vittoria di stasera è fin troppo facile.

IRLANDA

Given 5,5 – Dargli la sufficienza con 4 gol sul groppone sarebbe stato troppo, però con la difesa ballerina davanti a lui, non ha colpe straordinarie. Miracolosa parata su tiro di Xavi nella ripresa.

O’Shea 5,5 – A turno Silva e Iniesta lo mettono in crisi. la sua stazza imponente non lo aiuta, lui cerca di disimpegnarsi come può, ma dura.

St.Ledger 5 – Torres è un giocatore di un’altro livello e il confronto è impietoso.

Dunne 5 – Quando gli avanti delle Furie Rosse penetrano la difesa, non sa che pesci pigliare. Serata da mal di testa.

Ward 5,5 – La qualità di Silva e le discese di Arbeloa gli creano non poche difficoltà, anche se oppone un strenua difesa.

Duff 6 – Uno degli ultimi ad alzare bandiera bianca, perché corre come un matto e le prova tutte per non darla vinta agli spagnoli, ma lotta da solo. Dal 76′ McClean s.v. – Entra a partita già abbondantemente compromessa e ha un quarto d’ora per assistere allo spettacolo spagnolo.

Whelan 5,5 – I dirimpettai vestiti di rosso sono inarrivabili e contrastare il loro gioco, stasera, è quasi impossibile, nonostante l’impegno. Dal 80′ Green s.v – Dieci minuti per onor di firma.

Andrews 5,5 – Difetta in qualità, le sue caratteristiche sono altre, ma anche in interdizione stasera non dà, comprensibilmente, il meglio di se’.

Mc Geady 6 – Prova a metterci corsa e dedizione anche se i risultati sono tutt’altro che esaltanti.

Cox 5 – Un buon tiro in avvio ma poi viene inghiottito dal dominio spagnolo e non si vede più. Dal 45′ Walters 5,5 – Prova a far qualcosa in più di Cox ma purtroppo tocca talmente pochi palloni che le occasioni per far bene sono rarissime.

Keane 5 – Almeno non ha pagato il biglietto. Avrà toccato due palloni in tutto il match. Non è colpa sua, ok, ma la grinta da capitano stasera latita.

All. Trapattoni 5,5 – Il trucco da vecchia volpe non funziona. Alla vigilia si era detto convinto di poter battere la Spagna, questa Spagna. Se i risultati sono questi, auguriamoci che le convinzioni siano le stesse contro l’Italia. I mezzi a sua disposizione sono troppo inferiori per poter competere e la sua squadra saluta EURO 2012 con 7 gol subiti in due partite ma con un pubblico davvero eccezionale. In Irlanda lo amano perché la storia, dopo tutto, non si dimentica.

Arbitro Proenca (POR) 6 – Partita, o tiro al bersaglio, che dir si voglia, tranquilla e corretta che non presenta episodi clamorosi e azioni da moviola. I gialli estratti ci sono tutti.

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.