Euro2012: Italia, Cassano: “Ho avuto una grazia”

A Casa Azzurri è il momento della conferenza stampa (attesissima come sempre da tutti gli addetti ai lavori) di Antonio Cassano. Mai scontato, sempre divertente e schietto. Il numero dieci azzurro parla del suo Europeo e delle questioni di mercato del suo Milan.

In quel di Cracovia, dove vi è il quartier generale dell’Italia di Prandelli, rimbombano le dichiarazioni di Cassano, che si ritiene miracolato per essere riuscito a far parte della competizione: “Sinceramente non pensavo di riuscire a recuperare per l’Europeo – afferma TotòE invece sono stato fortunato, ho avuto una grazia. Se posso fare da tutor a Balotelli? Stiamo freschi! – sorride – e a me chi ci pensa poi?“.

In merito alle questioni roventi di casa Milan, sua attuale squadra, il talento di Bari Vecchia commenta così: “Se Thiago va via sarà molto dura per il Milan puntare allo scudetto e alla Champions – ammette il giocatore – Lui rappresenta il cinquanta per cento della squadra ed è insostituibile. Io da ignorante non lo cederei mai. Ibra? Non lo sento da un mese, ma se è arrabbiato per l’eventuale addio di Thiago Silva lo capisco, ha ragione. Il mio futuro? Dopo l’Europeo deciderò se rimanere al Milan. Ancora non lo so. Ho un’idea ma non la svelo per il momento“.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.