Milan, Galliani ad Inzaghi: “Vuoi fare l’allenatore?”

Tra i senatori del Milan ce n’è uno che ancora non ha detto addio ai colori rossoneri, ma che sembra comunque destinato a terminare la sua carriera altrove. Parliamo di Filippo Inzaghi a cui oggi, però, è arrivata un’offerta direttamente dall’amministratore delegato milanista Adriano Galliani.

Futuro nei ricchi Emirati Arabi? Oppure al club molto in voga negli ultimi tempi, ovvero l’Anzhi dei petrolieri russi. Ma anche gli Stati Uniti, il Canada, per finire con i “nuovi ricchi” del Malaga. Per l’attaccante del Milan Filippo Inzaghi le porte sono tante e ben spalancate. Quello che ancora non si è capito sono le reali intenzioni del Pippo nazionale.

Di certo il giocatore rossonero possiederebbe già la spinta e le capacità di intraprendere la carriera di tecnico, magari allenando i giovani. Qualche settimana fa c’era già stata una proposta simile da parte dei Chicago Fire, poi finita nel dimenticatoio.

Adesso, però, un’offerta per il giocatore ex Juve arriva direttamente da casa Milan. Già, perchè durante la presentazione del dvd di tutti i gol di Inzaghi segnati con la maglia del Diavolo, l’ad rossonero Galliani gli ha proposto di diventare l’allenatore degli Allievi Nazionali del Milan: “Se lui vuole fare l’allenatore – ha dichiarato l’ad – la panchina degli Allievi Nazionali del Milan è pronta per lui“. Pronta la risposta del bomber: “Ho sempre pensato di dover essere io a dover decidere quando appendere le scarpette al chiodo – ha affermato SuperPippo – Mi trovo davanti ad un bivio. La possibilità di poter giocare ancora ci sarebbe e non mi dispiacerebbe affatto. Se dovesse capitare di trasferirmi in un altra squadra chiedo ai tifosi di capirmi. Chi mi conosce sa il mio pensiero. Nei miei record di reti europee Raul mi ha superato, mentre in Italia davanti a me c’è Roberto Baggio con trecentodiciotto gol, contro i miei trecentosedici. Con la differenza che lui non può più realizzarne“.

Il messaggio è chiaro. Adesso staremo a vedere se l’opera di persuasione di Galliani riesca a fare effetto o meno.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.