Euro2012: Italia, Prandelli: “Con la Croazia vincere a tutti i costi”

L’Italia di Cesare Prandelli esce rinfrancata dalla sfida contro i campioni d’Europa in carica della Spagna. L’1-1 rimediato contro le Furie Rosse dà la carica in più per imporsi nella prossima partita contro la Croazia di Bilic. Ecco le parole di oggi del ct italiano in conferenza stampa.

Prandelli tocca più temi durante la conferenza stampa rilasciata in quel di Casa Azzurri.

Innanzitutto l’allenatore bresciano commenta il match giocato ieri contro gli spagnoli: “Abbiamo giocato una buona partita, soprattutto nel primo tempo – dichiara Prandelli – Sono soddisfatto di tutti, anche se da Balotelli mi aspetto che dia più profondità in avanti senza pensare di fare tutto da solo. Sente forse troppa responsabilità in lui, ma non deve fermarsi per questo. Il gioco con Cassano? Be’, non male ma potevamo pungere di più“.

Poi parole di elogio per il “nuovo” difensore Daniele De Rossi e l’esordio di Antonio Di Natale: “Grande prova di Daniele, anche se come centrocampista mi aspettavo che avanzasse di qualche metro per dare manforte alla mediana. Su Di Natale dico che l’ho sempre osservato in maniera particolare sapendo che ha doti straordinarie, perchè dà profondità e si inserisce subito nel gioco. Non l’ho convocato negli ultimi due anni perchè ho voluto dare precedenza ai giovani“.

Infine, un pensiero alla prossimo appuntamento contro la Croazia di Bilic, vittoriosa ieri contro l’Irlanda di Trapattoni per ben tre reti ad uno: “Contro la Croazia cureremo i dettagli perchè sarà un match decisivo per il nostro girone – rivela il ct – Punteremo a vincere a tutti i costi, come proviamo a fare sempre. Il modulo? Osserverò le condizioni dei miei ragazzi, ma non credo cambierò molto rispetto alla Spagna“.

Condividi
Nato a Catania il 10 giugno 1987, si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bergamo, dove ha cominciato l’attività pubblicistica collaborando con Bergamo&Sport, Bergamosportnews.it e Itasportpress.it. Segue con passione il calcio a tutti i livelli.