Euro 2012, Gruppo D: Francia-Inghilterra 1-1

Finisce con un pareggio 1-1 la super sfida della “Dunbass Arena” di Donetsk tra la Francia e l’Inghilterra, in quella che era la gara inaugurale del Gruppo D di Euro 2012. Gara brutta e contratta, con i ragazzi di mister Hodgson passati in vantaggio con Lescott alla mezz’ora del primo tempo, mentre il pari francese è giunto dopo appena 10′ con Nasri, bravo a superare Hartcon un tiro da fuori area. Dopo questo pareggio, le due squadre salgono a quota 1 punto, in attesa dell’altra gara del girone che, questa sera, metterà di fronte a Kiev i padroni di casa dell’Ucraina e la Svezia di Zlatan Ibrahimovic.

LE FORMAZIONI – Mister Blanc deve fare a meno di M’Vila, ancora non in perfette condizioni fisiche dopo l’infortunio patito durante l’amichevole contro la Serbia; al suo posto gioca Alou Diarra. In avanti, spazio a Karim Benzema, supportato dal trio dai piedi buoni composto da Ribery, Malouda e Nasri. Dall’altra parte, il CT Roy Hodgson sostituisce lo squalificato Rooney col giovane Welbeck, con Ashley Young a fare da raccordo tra il centrocampo a 4 degli inglesi e l’attaccante dello United. In difesa, Lescott sostituisce l’infortunato Cahill, mentre il giovane Chamberlain schierato al posto di Downing.

LESCOTT E NASRI: DUE LAMPI NEL NULLA – Gara tatticamente chiusa per i primi dieci minuti, poi è Sami Nasri a rompere l’iniziale equilibrio del match, con una conclusione che esce fuori di poco, arrivato quasi a metter fine alla fase di studio di un incontro in cui la tensione e la scarsa qualità non fanno decollare l’incontro. Risposta inglese affidata a Milner, che al quarto d’ora si divora il gol dell’1-0 saltando netto Lloris, ma spara a lato a porta praticamente spalancata. Gara che rimane assolutamente bloccata, con i solisti francesi, Ribery e Nasri su tutti, che non riescono ancora ad entrare nel vivo del gioco, mentre tra i bianchi i giovani Young e Chamberlain appaiono tra i più intraprendenti. Una fiammata improvvisa accende l’incontro: Inghilterra in vantaggio al 30′ col difensore del Tottenham Lescott, che sugli sviluppi di un calcio di punizione svetta solitario in area battendo da due passi l’incolpevole Lloris. Rete inglese tutto sommato meritato, se non altro perché la squadra di Hodgson è quella andata più vicina al gol nella prima anonima mezz’ora. Francia assolutamente in difficoltà, lenta, prevedibile, senza idee, che va però molto vicina al pareggio al 34′ con una zuccata di Alou Diarra che esalta i riflessi di un attento Hart; portiere inglese che, tuttavia, si fa trovare impreparato poco dopo, non riuscendosi ad opporsi ad una conclusione arrivata sul proprio palo di Nasri, che trova la rete del pareggio francese con una rasoiata da fuori area. Francia che gioca meglio nella parte finale del primo tempo, sfiorando il vantaggio con una conclusione respinta di benzema, ma il risultato non cambia e l’arbitro Rizzoli manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

LA NOIA REGNA SOVRANA. RISULTATO CHE NON CAMBIA – Secondo tempo che si apre senza cambi su entrambi i fronti. Inghilterra che appare più motivata in questo inizio di secondo tempo, più attiva soprattutto sulle fasce laterali, mentre la Francia attende l’avversario nella propria metà campo. Partita che, tuttavia, continua a latitare in zona gol, visto che dopo quasi 20′ dall’inizio della ripresa non ci sono state conclusioni né da una parte né dall’altra. Le due squadre giocano al piccolo trotto, con Benzema che prova a ravvivare la situazione con una bella conclusione per coordinazione e potenza che, dai 20 metri, impegna Hart in una parata a terra non difficile; tiro troppo centrale dell’attaccante del Real Madrid, a cui risponde poco dopo Johnson, la cui conclusione termina in tribuna. Si muove qualcosa sulla panchina inglese, con mister Hodgson che prova a dare più fantasia in attacco con l’ingresso di Defoe in luogo di uno spento Chamberlain. Alla mezz’ora della ripresa arriva il primo spunto della gara di Ribery, che si invola sull’out di destra dell’attacco francese e calcia quasi dalla linea di fondo, Hart risponde presente. Decisamente più insidiosa la conclusione da fuori area a 10′ dalla fine di Cabaye, che, deviata da un avversario, sfila pericolosamente alla destra dell’estremo difensore inglese Francia, comunque, che sembra provarci di più, mentre i leoni inglesi attendono i galletti per ripartire in contropiede. Partita che non offre alcun altro spunto di cronaca e che si chiude dopo 3′ di recupero. A Donetsk, Francia-Inghilterra 1-1, dopo una partita decisamente al di sotto delle aspettative.

TOP E FLOP
Top Francia: Nasri, Cabaye; Flop: Benzema, Malouda
Top Inghilterra: Gerrard, Lescott; Flop: Welbeck, Chamberlain

IL TABELLINO
FRANCIA-INGHILTERRA: 1-1
Francia (4-2-3-1): Lloris; Debuchy, Rami, Mexes, Evra; M’Vila, Cabaye (39’st Ben Arfa); Ribery, Nasri, Malouda (39’st Martin); Benzema. All. Blanc.
Inghilterra (4-4-1-1): Hart; Johnson, Terry, Lescott, Cole; Milner, Gerrard, Parker (31’st Henderson), Oxlade-Chamberlin (31’st Defoe); Young; Welbeck (45’st Walcott). All. Hodgson.
Arbitro: Rizzoli (Italia)
Marcatori:30′ Lescott (I), 39′ Nasri (F)
Note: ammoniti: Oxlade-Chamberlin, Young (I); espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.