L’Inter primavera è Campione d’Italia

Dopo il trionfo nella Next Generation Series l’Inter primavera concede il bis a Gubbio dove conquista il suo settimo titolo tricolore. Un successo dedicato dall’intera squadra allo sfortunato estremo difensore Di Gennaro, grande assente della serata a causa del serio infortunio rimediato in semifinale. Un plauso a Bernazzani che completa l’ottimo lavoro iniziato da Stramaccioni a settembre.


Incontro partito subito in discesa per l’Inter che passa in vantaggio al 3′: Livaja, rientrato dalla squalifica, approfitta di un’incomprensione tra Sbraga e il suo portiere e intercetta un pallone al limite dell’area di rigore. Dopo aver dribblato Berardi per il calciatore nerazzurro diventa un gioco da ragazzi appoggiare in rete a porta sguarnita. Nell’undici nerazzurro si infortuna l’italo brasiliano Bessa, costretto a uscire al 15′ per una distorsione al ginocchio destro; al suo posto entra Garritano. La reazione della Lazio si affida a Barreto, il più vivace nell’undici capitolino. E’ dai suoi piedi che giunge il gol del pareggio in pieno recupero, quando il paraguaiano riceve palla da Rozzi e supera Sala in uscita sugli sviluppi di una ripartenza.

L’equilibrio dura pochissimo perché a inizio ripresa l’Inter torna nuovamente avanti: l’autore del gol è Garritano che interviene di testa su un pallone calciato da Livaja e respinto dall’incrocio dei pali. La Lazio si vede obbligata a ricominciare tutto da capo. A peggiorare le cose ci si mette l’uscita di Sbraga che, aggiunta alla pesante assenza di Crescenzi, costringe Bollini a giocare l’ultimo capitolo della stagione senza la coppia centrale difensiva titolare. Il gioco è spezzettato, tanti scontri a centrocampo e pochi incursioni in attacco.Un asituazione che favorisce ampiamente l’Inter che trova il tris al 68′ con un’azione personale del gioiellino Longo. Il tricolore appare destinato a prendere la strada di Milano. I ragazzi di Bollini non riescono a scardinare la retroguardia avversaria, pagando anche la stanchezza dell’intensa settimana. Il gol di Onazi allo scoccare del 90′ riapre l’incontro, ma concede solo qualche brivido agli interisti perché nel recupero la Lazio non riuscirà ad affacciarsi dalle parti di Sala.

Inter-Lazio 3-2 3′ Livaja (I), 45′ Barreto (L), 47′ Garritano (I), 67′ Longo (I), 89′ Onazi (L)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it