Euro 2012: quote e consigli di Mondopallone.it

Seconda giornata degli Europei 2012, con due “big” in campo. Per prima la sfida del “Metalist Stadium” tra Olanda e Danimarca alle 18 e poi uno dei match più attesi di questa prima fase: Germania-Portogallo.

OLANDA-DANIMARCA

Partita ricca di insidie per l’Olanda di Van Marwijk. Gli “Orange” si giocano subito una buona fetta di qualificazione contro i danesi che nelle qualificazioni a questo Europeo hanno avuto un percorso netto, soprattutto in casa, dove hanno conquistato sempre l’intera posta in palio, arrivando davanti al Portogallo di Cristiano Ronaldo (che è dovuto passare per l’inferno degli spareggi). Le individualità olandesi, unite al buon lavoro del tecnico ex Feyenoord, dovrebbero far pendere la bilancia verso Van Persie e soci. La stella dell’Arsenal, con  Robben e Sneijder,  forma un reparto offensivo tra i più completi e  (in ottica avversari) devastanti dell’intero torneo. I problemi, come sempre, riguardano il reparto arretrato. Vlaar, Heitinga, Willems e Van der Wiel appaiono un muro tutt’altro che invalicabile, soprattutto da calciatori  fisici e dotati di buona tecnica come Bendtner, Rommedahl e il talentino Eriksen, richiestissimo da vari club europei. Proviamo a  immaginare la gara: l’Olanda tiene il pallone, i danesi coprono il campo ordinatamente tutti dietro la linea della sfera. Questa possibile soluzione tattica della sfida, ci pare la più logica. E Alla squadra di Olsen, giocando così, sicuramente non mancherebbero le occasioni in contropiede per bucare Stekelenburg, data la fragilità difensiva ben nota degli Olandesi. Allo stesso tempo l’immensa classe dei “Tulipani” potrebbe alla fine sbrogliare l’intricatissima matassa danese. Consigliamo di giocare il Goal e l’1.

GERMANIA-PORTOGALLO

Germania e Portogallo daranno vita alla prima “partitissima” di questa manifestazione. Nello splendida “Arena Lviv”, si delineeranno fin da subito le gerarchie di questo gruppo B, tra i più incerti dell’Europeo. Favorita la Germania di Loew, splendida orchestra di giovani guidata da “veterani” come Schweinsteiger, Lahm e Podolski. Una grandissima squadra, maturata definitivamente dopo gli ottimi mondiali sudafricani impreziositi, oltre che da un gioco paradisiaco, da “perle” come il 4-0 nei quarti di finale contro la favoritissima Argentina di Maradona. Il Portogallo non entusiasma. E Le recenti amichevoli disputate dai lusitani ci hanno mostrato una squadra iberica stanca, priva di un modulo ben definito e, cosa ancor più allarmante, di un gioco. Portogallo-Macedonia 0-0 e Portogallo-Turchia 1-3. Un disastro, ma in  partite amichevoli. Ora la squadra del criticatissimo Paulo Bento non può più sbagliare. Affidarsi essenzialmente all’immenso Ronaldo potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. E perdere in modo netto contro i “Bianchi” metterebbe subito i portoghesi con le spalle al muro. La qualità non manca, l’essere squadra e il remare uniti verso un’ unica direzione sì. Con Nani in dubbio e un Bruno Alves reduce da una pessima stagione in Russia, la bilancia della gara pende tutta dalla parte della Germania. Favorita per il successo finale e favorita oggi. Giochiamo l’1 e l’x handicap in questa partita. Occhio ai gol: visto lo scoppiettante inizio di ieri, anche questa giornata potrebbe regalarci gare ad alta spettacolarità.

 

 

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it