Euro 2012, le pagelle di Russia-Repubblica Ceca

Queste le pagelle della seconda sfida del Gruppo A, tra Russia e Repubblica Ceca, che ha visto la squadra di Advocaat vincente per 4-1

RUSSIA (4-3-3)

 

Malafeev 6,5 – Quasi mai impegnato durante il primo tempo coi cechi poco incisivi sotto porta, subisce senza particolari colpe il gol di Pilar ed è bravissimo a bloccare in due tempi un tiro di Rosicky che gli rimbalza pericolosamente davanti. Il resto, ordinaria amministrazione.

Anyukov 6 – Soffre la velocità di Pilar, anche se per larghi tratti è l’ esterno dello Zenit ad avere nettamente la meglio.

Berezutski 6,5 – Buona partita per l’ ottimo centrale del CSKA. Dirige la difesa russa non disdegnando qualche partenza palla al piede, senza mai rischiare.

Ignashevich  6,5 – Grande affiatamento col compagno di reparto e di club, fisicamente e tatticamente impeccabile, anche se gli avanti cechi non erano irresistibili questa sera.

Zhirkov 6 – Pericoloso quando sale a sinistra, ma lo fa meno spesso del solito. Non tra i migliori dei suoi, può sicuramente fare meglio visti i suoi standard.

Shirokov 6,5 – Segna il gol del raddoppio e gestisce bene le cose di centrocampo. Elegante e al tempo stesso sempre pronto a gettarsi nella mischia.

Denisov 7 – Copre, mette ordine e costruisce. Difficile volere di piu’ da un centrocampista, Advocaat e Spalletti ne vanno fieri per questo.

Zyryanov 6,5 – Gara solida con rarissime sbavature, il terzetto di centrocampo è formato da tutti giocatori dello Zenit e i meccanismi sono avviatissimi, la Russia ne giova tantissimo in mezzo al campo.

Dragoev 7,5 – Ottima gara del centrocampista offensivo del CSKA oggi schierato largo a destra e non rifinitore. Segna il gol del vantaggio dopo aver fatto lui stesso partire il contropiede e si ripete nel finale col gol del 3-1 con una gran botta di destro. (dall’85’ Kokorin) Non giudicabile

Arshavin 6,5 – Parte a sinistra per poi fare molto movimento in zona offensiva ma non solo, visto che lo si trova anche in ripiegamento a dare mano ai suoi. Buona partita senza eccessivi colpi da campione, cosa che in passato ha dimostrato di avere.

Kerzhakov 6 – E’ in qualche modo decisivo sui primi due gol russi nonostante tanti errori sotto porta: sfortunato quando colpisce il palo di testa, ma Dragoev segnerà in ribattuta, poi controllando male un buon pallone filtrante di Arshavin sorprende involontariamente tutta la difesa ceca che resta a guardare Shirokov segnare il 2-0. Sbaglia altre due buone occasioni prima di essere sostituito (dal 73′ Pavlyuchenko) – 7 Entra, serve l’assist per Dragoev e segna un gol che voleva a tutti i costi, battendo Hubnik con svariate finte e poi Cech con un destro angolatissimo e potente.

 

REPUBBLICA CECA (4-2-3-1)

 

Cech 5,5 – Forse un pò in ritardo nel chiudere da terra sul gol di Shirokov, sorpreso dal pallone che attraversa tutta l’area di rigore ceca. Non impeccabile neanche sul terzo gol russo firmato Dragoev.

Gebre Selassie 6 – Spinge molto a destra ma è ben controllato dai russi che trova sulla sua strada. In fase difensiva si occupa di Arshavin e lo segue anche quando si accentra. Nella ripresa tenta un gran sinistro al volo che non esce di tanto a lato della porta difesa da Malafeev.

Sivok 5,5 – Non sempre lucido in qualche uscita palla al piede, soffre tremendamente il maggior atletismo degli esterni russi che si accentrano e lascia qualche spiraglio di troppo a Kerzhakov che non ne approfitta.

Hubnik 5 – E’ la sorpresa di Bilek che lo preferisce a Limbersky. Non siamo sicuri che il CT ceco ripeterà questa scelta nella prossima gara. Crolla nel finale quando Pavlyuchenko si prende gioco di lui.

Kadlec 5,5 – Solitamente centrale, schierato stasera a sinistra ha dalla sua parte Dragoev. Serata lunghissima per il difensore del Leverkusen.

Plasil 6 – La Repubblica Ceca è mal schierata in mezzo al campo ma Bilek nel primo tempo non fa niente per correggere le cose, e il centrocampista del Bordeaux ne risente molto. Nella ripresa tatticamente è favorito dall’ entrata di Hubschman; serve un bell’assist per il gol di Pilar che illude i cechi.

Jiracek 5,5– Non fa abbastanza diga in mezzo al campo e la sua difesa ne risente, soprattutto in occasione del secondo gol. Meglio nella ripresa coi suoi piu’organizzati. (dal 76′ Petrzela) – Non giudicabile

Rezek  5,5 – Molto attivo a destra ma spesso impreciso, Bilek lo toglie nell’intervallo per questioni soprattutto tattiche (dal 46′ Hubschman) 5,5 – Si piazza in mezzo per coprire il buco lasciato scoperto per tutto il primo tempo. Sbaglia molti appoggi.

Rosicky 6 – Punto di riferimento quando la Repubblica Ceca è in possesso di palla, si abbassa molto a conquistarla e tenta di imbeccare i suoi, ma nel primo tempo predica nel deserto. Gara non facile neanche per lui, la stella di questa nazionale.

Pilar 6,5 – E’ molto veloce ma perde molti duelli con Anyukov nel primo tempo, ha però il merito di rimettere in gioco i suoi restando freddo davanti a Malafeev e battendolo in dribbling.

Baros 5 – Palloni giocabili ne arrivano pochi all’ attaccante del Galatasaray, ma quei pochi li controlla spesso male e non aiuta i suoi a salire in varie circostanze. (dall’ 86′ Lafata) Non giudicabile

 

Condividi
Cresciuto a pane e calcio ma malato di sport americani sia professionistici che collegiali, faceva parte del primo MondoPallone. Ha collaborato, tra gli altri, con Calciomercato.com, RealSport e Firenzenews. Ha molte esperienze di eventi sportivi dal vivo in diversi Paesi.