Empoli – Vicenza: vietato sbagliare

E’ il giorno dei verdetti, chi non salta sul treno è perduto. Empoli – Vicenza è un brivido lungo novanta minuti, uno sforzo costante per evitare l’inferno: si parte dal pareggio a reti bianche dell’andata, le emozioni sono assicurate. Alfredo Aglietti è consapevole che il vantaggio di giocare per due risultati su tre potrebbe rivelarsi decisivo per i suoi. Allo stesso tempo, il tecnico azzurro predica calma: “Non abbiamo fatto nulla, il Vicenza verrà al Castellani per fare la partita della vita. Non siamo in grado di gestire le sfide, quindi bisogna scendere in campo per vincere e non pensando di poter pareggiare. Abbiamo sempre reagito alla grande nelle difficoltà e, stasera, contiamo sull’apporto dei tifosi. Saranno il nostro dodicesimo uomo”.

Gigi Cagni si gioca una fetta di futuro proprio nello stadio che lo ha trascinato all’apice della sua carriera. Una coppa Uefa nel 2007, ad Empoli nessuno si è dimenticato di lui. Il passato, per una notte, dovrà però lasciare spazio alla concretezza: “Niente emozioni, quelle magari le avrò alla fine. Conta solo il Vicenza oggi, dobbiamo vincere a tutti i costi. Potevamo fare di più all’andata ma era normale avere un po’ di tensione addosso; chissà che la situazione di stasera non ci favorisca: giochiamo fuori casa ed abbiamo un solo risultato a disposizione. Non avremo remore nel tentare di uccidere la partita”.

PROBABILI FORMAZIONI:

EMPOLI (4 – 3 – 1 – 2): Dossena; Buscé, Ficagna, Stovini, Gorzegno; Signorelli, Moro, Valdifiori; Lazzari; Maccarone, Tavano. A disposizione: Pelagotti, Tonelli, Guitto, Brugman, Saponara, Dumitru, Mchedlidze. Allenatore: Aglietti.

VICENZA (4 – 4 – 1 – 1): Frison; Brighenti, Martinelli, Pisano, Giani; Gavazzi, Soligo, Botta, Maiorino; Pinardi; Paolucci. A disposizione: Pinsoglio, Tonucci, Zanchi, Bianco, Paro, Bariti, Abbruscato. Allenatore: Cagni.

ARBITRO: Ciampi di Roma

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.